Lecce: De Canio si dimette




Il Presidente Semeraro, nonostante l'ennesima sconfitta esterna e per di più contro una rivale per la salvezza, aveva preso tempo, ma Gigi De Canio ha preferito toglierlo dall'impasse rassegnando le sue dimissioni. La debacle di Cagliari, frutto di un primo tempo scriteriato della sua difesa con tre gol subiti e una rimonta mancata nella ripresa, lo convince che è il momento di lasciare la panchina dei salenti.

Un gesto di grande signorilità (le dimissioni significano rinuncia allo stipendio e, con le nuove regole, gli impediscono comunque di trovare un'altra panchina prima della prossima stagione) nonostante la classifica del Lecce non sia poi così drammatica. Penultimo posto a 12 punti in coabitazione con Cesena e Brescia. Pesa, con tutta probabilità, proprio il difficile rapporto con alcuni suoi giocatori come Corvia (lasciato a Lecce per questa trasferta in Sardegna).

Tornando alle dichiarazioni di Semeraro nel post partita il presidente aveva dichiarato:


Con De Canio abbiamo parlato, dobbiamo affrontare questo problema tutti insieme, anche per capire di chi sono le colpe. Ma per il momento non ci sono novità. Ci siamo confrontati, abbiamo parlato di alcuni punti su cui non eravamo d'accordo. Del tecnico riparliamo martedì, ne discuteremo a mente fredda, a caldo certe decisioni non vanno prese. Abbiamo un evidente problema di approccio alle gare non partiamo mai aggressivi, poi proviamo a rimontare ma non è mai facile.

Dopo le dimissioni di De Canio non resta che aspettare qualche ora per capire chi sarà il sostituto che dovrà centrare una salvezza complicata, ma non impossibile.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: