Lecce, dietrofront De Canio resta in panchina


Luigi De Canio resta ancora alla guida del Lecce. L'allenatore alla fine della partita contro il Cagliari aveva deciso di assumersi le proprie responsabilità rimettendo il mandato nelle mani del presidente Semeraro. Quando sembrava ormai conclusa l'avventura di De Canio, sul quale da diverso tempo aleggia il fantasma di Novellino, Semeraro ha deciso di rinnovargli la fiducia:

"Già a caldo dopo la partita col Cagliari non mi sembrava giusto punire l'allenatore che, giustamente, cercava di prendersi le responsabilità di tutto. Negli spogliatoi ci eravamo confrontati anche in maniera forte ed avevamo preferito rimandare ad oggi ogni discorso. Oggi abbiamo parlato dell'approccio psicologico della squadra soprattutto in trasferta. E poi di aspetti della società e del rapporto tra noi due che deve crescere. Io sono subentrato a mio padre a giugno, stiamo chiarendo tutti i nostri contrasti ed andiamo avanti. In una situazione come questa bisogna parlare molto chiaro, altrimenti si rischia qualche incomprensione".


Dimissioni non accettate ma non solo perché Semeraro ha anche promesso a De Canio ed ai tifosi salentini investimenti nel mercato a gennaio: "Faremo certamente qualcosa, sappiamo che dobbiamo sopperire a delle mancanze a livello atletico. Cercheremo di tappare alcuni buchi. Se c'è un problema Corvia? Il tecnico mi ha detto che non c'è un problema Corvia, ma solo che è una sua scelta tenerlo per ora fuori. Argomento chiarito, da presidente ho il dovere di chiedere se ci sono dei problemi. Penso che se riusciremo a sbloccare questo aspetto psicologico che ci blocca, potremo serenamente andare avanti"

  • shares
  • Mail