Totti litiga con Burdisso per il gol subito


Ci teneva Francesco Totti, ci teneva anche Nicolas Burdisso, nessun giallorosso voleva incassare un gol dai rumeni del Cluj e pareggiare la partita, nonostante fosse sufficiente a raggiungere l'obiettivo: la qualificazione agli ottavi di Champions League. Così al gol di Traoré (osservato speciale dal Napoli che sta valutando la possibilità di fare un'offerta per lui) sono saltati i nervi ed è volata qualche parola di troppo fra il capitano, simbolo dei giallorossi e il difensore argentino.

Cose che succedono, un litigio, quello fra Totti e Burdisso, non trascendentale, ma comunque da mettere agli atti. Questa prima parte di stagione per i giallorossi vissuta pericolosamente, fra l'euforia e il baratro con risultati tutto sommato non eccezionali, ha lasciato qualche scoria di troppo nello spogliatoio. Ad ogni modo i due si sono chiariti negli spogliatoi e la vicenda può essere tranquillamente archiviata.

Totti è già molto rilassato quando si presenta ai microfoni a fine gara e parla di tutto, dalla discussione con Burdisso, del suo presunto rapporto conflittuale con Borriello, fino all'imminente definizione delle offerte dei 4 acquirenti in gara per l'acquisto della Roma dall'Unicredit.


Il nervosismo finale è frutto del fatto che nessuno voleva pareggiare e c’è stata qualche parola di troppo, ma alla fine abbiamo chiarito tutto. Il fatto che non riusciamo a finire le partite in vantaggio? Stasera ci siamo rilassati, anche perché sapevamo che il Bayern stava vincendo. Il mio rapporto con Borriello? La gente parla sempre e parla male: c’è un rapporto stupendo e siamo una coppia che vuole fare il bene della Roma. Un avversario per gli ottavi? Lo Schalke va bene. I quattro soggetti interessati per l’acquisto della società? Speriamo che venga il più ricco.
  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: