Udinese-Fiorentina. Qui Firenze.

Depressione pura. 4 partite e 3 (brutte) sconfitte. 16 punti sotto lo zero e una squadra che gira a vuoto. Ora io mi chiedo, ma cosa sarà cambiato dallo scorso anno? Possibile che una squadra bellissima, arrivata 4 in classifica, si sia ridotto in questo modo? La partita di ieri sera è stata, come spesso

Depressione pura. 4 partite e 3 (brutte) sconfitte. 16 punti sotto lo zero e una squadra che gira a vuoto.

Ora io mi chiedo, ma cosa sarà cambiato dallo scorso anno?
Possibile che una squadra bellissima, arrivata 4 in classifica, si sia ridotto in questo modo?
La partita di ieri sera è stata, come spesso capita ultimamente, un match dai due volti.
Primo tempo nettamente a favore dei padroni di casa e ripresa a vantaggio dei viola.
Toni nonostante una buona forma fisica è lontano dal giocatore che l’anno scorso segnava da ogni posizione.
Stesso discorso per la difesa ormai preda di ogni attaccante più o meno valido.
Proprio Kroldrup, migliore del reparto arretrato, è l’autore dello svarione difensivo che ha permesso a Iaquinta di segnare.
Nei viola si salva soltanto Mutu, autore di due colpi di testa insidiosi ma parati splendidamente da De Sanctis.
Tutto il resto è noia, come direbbe il buon Califano.

Come reagire adesso?
Prima cosa, smettere di pensare alla penalizzazione.
Seconda cosa, smettere di pensare alla penalizzazione.
Terza cosa, smettere di pensare alla penalizzazione.
Quarta cosa, giocare con DUE PUNTE FISSE. Reginaldo è un attaccante rapido negli spazi stretti e può far comodo a Toni.
Non ci sono altre punte? Pazienza rischieremo di non aver cambi, ma cosi non va bene per nulla…
Quinta cosa, mettere in riga la difesa. C’è sempre un giocatore della squadra avversaria libero. Non arriva un cross degno di questo nome da nessun terzino. Sui calci d’angolo metà dei difensori restano piantati per terra. Aiuto.
Sesta cosa, vincere le partite in casa. Almeno questo. Almeno per i 40.000 tifosi viola sempre presenti.

E speriamo che gennaio arrivi presto. Ci sono degli acquisti (urgenti) da fare. Passo e chiudo.

I Video di Calcioblog