"Lavezzi mi ha picchiato dopo il tamponamento"


Ancora grane per Ezequiel Lavezzi dopo il diverbio dell'ottobre 2007, quando l'attaccante del Napoli causò un tamponamento insieme alla sua fidanzata. E ancora una volta l'argentino si è reso protagonista di un incidente automobilistico con conseguente reazione spropositata verso l'altro conducente, nel capoluogo campano. Pesante l'accusa registrata dai Carabinieri di Posillipo: un uomo sarebbe stato aggredito la notte scorsa da Lavezzi e da un amico di corporatura imponente, dopo un tamponamento nei pressi di via Nevio.

In quello che sembra un remake dell'incidente di 3 anni fa Lavezzi, come in quel frangente, si è rifiutato di formalizzare il Modello Cai dopo il sinistro, lasciandolo nella sua Mercedes scura. Lavezzi non si sarebbe fatto pregare e secondo una prima ricostruzione avrebbe tirato, in compagnia del suo amico, calci, pugni e schiaffi causando sette giorni di prognosi al malcapitato che si è fatto curare al Pronto Soccorso del Fatebenefratelli. Gira già la prima tesi difensiva (riportata da Repubblica): a picchiare sarebbe stato solamente l’amico dell’argentino.

Un’altra versione: sarebbe stato l’amico di Lavezzi a sporgere denuncia contro ignoti, e nella vicenda il Pocho (ieri sera in tribuna al San Paolo) avrebbe solo fatto da paciere. L'attaccante del Napoli sta recuperando dall'infortunio ed oggi partirà per l'Argentina per farsi curare dallo staff medico della nazionale sudamericana, usufruendo del permesso che il Napoli gli ha concesso. Tornerà in Italia solo ad inizio gennaio.

  • shares
  • Mail