Colpo Juve: bianconeri vicinissimi a Lucas Piazon, l'erede di Kakà

lucas piazon

Marotta e la sua squadra continuano a lavorare per garantire alla Juventus nuovi campioni, in particolare i bianconeri sono molto attenti a monitorare i giovanissimi talenti in giro per il mondo, in modo da poter bruciare la concorrenza, spesso più ricca, sul tempo. Dal Brasile arriva la notizia che Marotta sia ad un passo dal mettere le mani su un giovane da tutti definito l'erede di Kakà. Si chiama Lucas Piazon, ha ancora 15 anni, ma ha già fatto vedere di avere delle capacità fuori dal comune, tant'è che prima dei bianconeri avevano tentato l'assalto molti altri club europei.

Lo volevano in Inghilterra, in particolare il Manchester United, l'Arsenal e il Chelsea di Carlo Ancelotti, uno che di svezzamento di giovani verdeoro se ne intende, visti i risultati ottenuti con Pato e Kakà. In Italia hanno invece drizzato le orecchie in Via Turati, il Milan è da sempre una società molto attenta al mercato sudamericano. Piazon, come il suo predecessore, gioca nel San Paolo, ha la faccia da bravo ragazzo, una progressione fulminante e un fisico molto promettente considerato che è alto quasi 180 cm e deve compiere 16 anni il prossimo gennaio. Vista la sua età non può essere ancora tesserato, deve aspettare il compimento del sedicesimo anno, ma il San Paolo lo ha legato a sé con una lettera d'intenti firmata dalla famiglia.

Proprio questa lettera ha fatto sì che i primi estimatori di questo ragazzo fossero costretti a tirarsi indietro. La famiglia di Piazon voleva infatti annullare il patto con il club paulista in modo da poter piazzare il figlio all'estero al miglior offerente, la Federazione brasiliana ha però dato ragione alla società e così tutti quelli che speravano di poterselo accaparrare senza sborsare una lira per il cartellino si sono dovuti fare da parte. La Juve ha quindi iniziato a lavorare nell'ombra, trattando direttamente col San Paolo, senza provare a scavalcarlo per risparmiare. Pare che i due club abbiano già raggiunto un accordo di massima, i bianconeri pagherebbero ai brasiliani una cifra intorno ai sei milioni di euro.

Il regolamente brasiliano vieta ad un calciatore di cambiare campionato prima dei diciotto anni, la Juve quindi dovrebbe aspettare un paio d'anni primo di poterlo effettivamente vedere all'opera. La famiglia del ragazzo però è di origini venete e ci sono ottime possibilità che Piazon possa ottenere il passaporto italiano ben prima di gennaio 2012, questo lo porterebbe a Torino in anticipo, per questo i bianconeri stanno continuando la loro trattativa con il San Paolo con l'obbiettivo di perfezionarne i dettagli.

La stella di Piazon si è mostrata in tutto il suo splendore l'anno scorso, nel corso dei campionati sudamericani Under 15 che si sono disputati in Bolivia. In sole 7 partite il ragazzo è andato a segno ben 10 volte, questo exploit non poteva non mettere sul chi va là i numerosi osservatori europei. Uno in particolare, Pete de Visser, inviato a seguire il torneo per conto del Chelsea, aveva ricevuto l'ordine di fare di tutto per portare il giovane a Stamford Bridge; poi la questione, come spiegato, si è complicata. Ora in vantaggio su tutti c'è la Juve che, se riuscisse davvero a mettere le mani su questo talentino, farebbe davvero un ottimo investimento, soprattutto in chiave futura. Il sacrificio economico è importante e non privo di pericoli, secondo tutti gli addetti ai lavori però varrebbe proprio la pena correre questo rischio.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: