Albinoleffe - Piacenza, la Figc apre un fascicolo

albinoleffe - piacenza

Il pareggio tra Albinoleffe e Piacenza posticipo di Serie B di lunedì sera, da tutti salutato come pirotecnico e spettacolare, ha insospettito la Figc al punto da portare l'organo federale ad aprire un fascicolo di indagine. Più che l'andamento della partita in sé, a non convincere è stato l'altissimo numero di giocate sul segno "x" che si sono registrate nella giornata di domenica, a quanto pare un grandissimo numero di giocatori avevano previsto il risultato, tanto da spingere le varie agenzie di scommesse a correre ai ripari.

I bookmakers, come da prassi, prima hanno abbassato sensibilmente la quota relativa al pareggio, per arrivare alla fine alla cancellazione dell'evento dal tabellone. Il pareggio in principio era quotato a 3, poi è sceso fino a 1,30, una quota bassa che anche per una vittoria casalinga di una squadra nettamente superiore all'altra, non era il caso della sfida in questione, quando la partita è stata definitivamente eliminata la "x" era "risalita" a quota 1,40. Non c'è nessuna prova di illecito ovviamente, ma la Figc in questo caso ha il dovere di muoversi, è la stessa Uefa che lo chiede.

L'anno scorso è successa la stessa cosa in occasione della partita di Serie A tra Chievo e Catania, allora ben 2 milioni di euro furono giocate sull'evento, una cifra enorme per una partita non di cartello. Ma Albinoleffe - Piacenza è riuscita a migliorare questo record, addirittura quasi a doppiarlo, quando l'evento è stato chiuso erano stati investiti 3,7 milioni di euro dagli scommettitori, il 95% di questi non aveva dubbi sul risultato finale sarebbe stato pareggio.

Con le scommesse live sono stati spesi altri 1,5 milioni di euro, anche in quel caso le quote della "x" erano bassissime, basti pensare che non è mai salita oltre quota 1,60, nemmeno quando al 77' i padroni di casa hanno messo a segno il provvisorio 3-2, vantaggio puntualmente pareggiato dopo appena due minuti dal gol di Graffiedi. Il fascicolo aperto dalla Figc è insomma obbligato, quello su bui occorre riflettere è il fatto che un episodio del genere possa colpire il campionato di Serie B, il secondo livello del professionismo italiano, fatti di questo tipo fino ad ora erano accaduti per lo più in Serie C.

A discolpa delle due società, che sono comunque innocenti fino a prova contraria, la considerazione a proposito del giovamento che possano aver tratto da questo risultato: l'Albinoleffe non riesce ad allontanarsi definitivamente dalla zona pericolosa, restando con solo 3 punti di margine dalle posizioni che valgono i play-out, peggio se la cava il Piacenza che resta invischiatissimo nella lotta per non retrocedere.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: