Liga in campo il 2 gennaio, respinto il ricorso dei calciatori spagnoli


I giudici dell'Audiencia Nacional hanno respinto il ricorso presentato dall'Afe, il sindacato dei calciatori spagnoli, che aveva richiesto lo spostamento delle gare di campionato in programma per il prossimo 2 gennaio. La prima domenica dell'anno vedrà quindi regolarmente in campo le squadre della Liga, il tribunale si è dichiarato giuridicamente incompetente nella valutazione di una richiesta simile, preferendo così non invadere un campo di competenza della federazione calcistica spagnola (Rfef) con una sospensione cautelare. Il calendario è infatti stabilito dalla federazione su delega del Consiglio Superiore dello Sport.

I calciatori avevano chiesto di non giocare in occasione del primo weekend del 2011 facendo riferimento ad una clausola del contratto collettivo che dichiara "festiva" la prima domenica dell'anno. L'Afe aveva già fatto presente il problema lo scorso maggio, la federazione però non ha dato ascolto alle rimostranze del sindacato, alla fine si è arrivati al tavolo delle trattative. Prima della pausa natalizia sembrava si potesse giungere ad un'intesa, il dialogo però si è interrotto bruscamente fino ad arrivare al ricorso bocciato quest'oggi.

La decisione è ormai irrevocabile dal momento che il sindacato non potrà presentare un nuovo ricorso nei prossimi giorni. Saranno forse contenti i tifosi spagnoli che potranno rimediare all'astinenza da calcio gustandosi il 17° turno equamente suddiviso tra il 2 e il 3 gennaio. Domenica scenderanno in campo Athletic Bilbao - Deportivo, Barcelona - Levante, Sporting - Malaga, Siviglia - Osasuna e Valencia - Espanyol; il giorno successivo sarà il turno di Villarreal - Almeria, Saragozza - Real Sociedad, Atletico Madrid - Racing Santander, Mallorca - Hercules e Getafe - Real Madrid.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: