Berlusconi: “Il Milan che vince fa bene all’Italia”

Torna a scendere in campo il presidente tifoso. Silvio Berlusconi, raggiante per il primo posto del suo Milan, visita i rossoneri nel ritiro di Roma e si lancia in alcune dichiarazioni che faranno discutere. I giocatori del Milan hanno la responsabilità di vincere: in primis perché così sono contenti, poi perché fanno contenti il Milan,

di


Torna a scendere in campo il presidente tifoso. Silvio Berlusconi, raggiante per il primo posto del suo Milan, visita i rossoneri nel ritiro di Roma e si lancia in alcune dichiarazioni che faranno discutere.

I giocatori del Milan hanno la responsabilità di vincere: in primis perché così sono contenti, poi perché fanno contenti il Milan, i tifosi, il presidente e anche i parlamentari. Quando il Milan vince in Parlamento si vedono sorrisi, mentre quando perde ci sono tanti volti tristi. Quindi il Milan che vince fa bene al Paese

Il valore di una vittoria dei rossoneri è quindi direttamente connesso, almeno stando alla boutade del presidente (anche “del consiglio”), al buonumore dei parlamentari. L’idea che il Milan sia per Berlusconi, oltre che una sincera passione, anche uno strumento di propaganda politica era fino ad oggi patrimonio delle opposizioni al Premier, la conferma la fornisce direttamente il patron rossonero “orgoglioso” per il primo posto in classifica della sua squadra e “fiducioso” di poter portare a casa il tricolore.

Berlusconi è meno spavaldo quando gli viene proposto l’argomento Champions League, ma è comunque convinto che il Milan potrà dire la sua anche nella massima competizione continentale, a partire dalla sfida negli ottavi con il Tottenham:

In Europa ce la giochiamo con tutte le avversarie, anche perché non vedo nessuna squadra che nel mercato di gennaio possa diventare forte quanto il Milan.

D’altra parte la “scelta di Ronaldinho di tornare in Brasile” lo addolora, ma Berlusconi, da grande conoscitore di calcio, è consapevole che la sua squadra si sia comunque rafforzata grazie all’arrivo di Antonio Cassano, definito dal presidente “uno dei migliori talenti italiani” durante la visita alla Borghesiana.

I Video di Calcioblog