Panchine roventi in Premier League: quattro allenatori a rischio

Oggi è stato il giorno del licenziamento di Roy Keane che, alla vigilia di Fa Cup contro il Chelsea, non è più l’allenatore dell’Ipswich Town; niente sterline da pagare per i bookmakers inglesi, dacché le scommesse che accettano riguardano solo coach di Premier, e non di seconda serie come l’ex mediano dello United. E allora


Oggi è stato il giorno del licenziamento di Roy Keane che, alla vigilia di Fa Cup contro il Chelsea, non è più l’allenatore dell’Ipswich Town; niente sterline da pagare per i bookmakers inglesi, dacché le scommesse che accettano riguardano solo coach di Premier, e non di seconda serie come l’ex mediano dello United. E allora i sudditi di Sua Maestà stanno prendendo d’assalto le agenzie di scommesse per cercare di indovinare la prossima panchina che salterà nel massimo campionato inglese, i papabili sono quattro e sono tutti nomi eccellenti. Al primo posto, Roy Hodgson che sta per passare alla storia come manager del Liverpool con la minor vita quale condottiero dei Reds.

Arrivato ad Anfield dopo la più che buona stagione al Fulham, per l’ex allenatore tra l’altro di Inter e Udinese sono tempi duri; sulle rive del Mersey, colori rigorosamente rossi, ancora si leccano le ferite per il ko di Blackburn o la clamorosa debacle interna col Wolverhampton coi cuginastri dell’Everton che condividono con Gerrard e compagni una poco decorosa undicesima piazza. Nella conferenza stampa post Rovers, Hodgson ha abbandonato la sua postazione prima del dovuto definendosi “molto depresso“. E sempre i Wolves, ora addirittura fuori dalla zona retrocessione, hanno reso amarissima l’Epifania di Carletto Ancelotti: 0-1 del Chelsea contro i “lupi” e esonero sempre più vicino.

Mi ritengo fortunato, perché con questa serie di risultati molti miei colleghi sarebbero già stati esonerati” ha ammesso sportivamente Ancelotti che nonostante la partita in più ora dista ben 9 punti dal Manchester United di Alex Ferguson. E nonostante la vittoria per 2-0 ancora contro il Wolverhampton, nonché il colpo gobbo al Craven Cottage, anche dalle parti del West Ham sono abbastanza stufi del pessimo gioco degli Hammers, dalla posizione in classifica deficitaria e dall’ultima pesante sconfitta, 5-0, contro il Newcastle: quanto durerà ancora il credito concesso ad Avram Grant? Chiudiamo infine con l’Aston Villa e il suo allenatore Gerard Houllier: ko interno contro il Sunderland, Villans in zona retrocessione e tifosi imbufaliti. Su chi puntare, dunque?

I Video di Calcioblog