Qatar, al via la Coppa d’Asia: subito ko i padroni di casa

Ieri a Doha, e più precisamente nel Khalifa International Stadium, ha preso il via la 15esima edizione della Coppa d’Asia: male, molto male l’avvio dei padroni di casa del Qatar, sconfitti per 0-2 dall’Uzbekistan (entrambi i gol nella ripresa con Ahmedov e Djeparov). Di certo la sconfitta brucia, ma il Paese del Golfo Persico, di


Ieri a Doha, e più precisamente nel Khalifa International Stadium, ha preso il via la 15esima edizione della Coppa d’Asia: male, molto male l’avvio dei padroni di casa del Qatar, sconfitti per 0-2 dall’Uzbekistan (entrambi i gol nella ripresa con Ahmedov e Djeparov). Di certo la sconfitta brucia, ma il Paese del Golfo Persico, di recente al centro delle attenzioni internazionali per l’assegnazione dei Mondiali di Calcio del 2022, non ne farà una tragedia: c’è tanto a cui pensare dalle parti di Doha, a partire per l’appunto dall’organizzazione di questa importante rassegna. Tante le curiosità, le storie, i possibili incroci e, chissà, le eventuali sorprese.

Come quella del 2007 quando a vincere a grandissima sorpresa fu l’Iraq allenato da Jorvan Vieira; ora alla guida degli iracheni c’è il tedesco Wolfgang Sidka ed esordiranno martedì prossimo nella delicatissima sfida contro l’Iran (nel Gruppo D anche gli Emirati Arabi Uniti e la Corea del Nord). Ma a dar grattacapi di non poco conto agli organizzatori proprio i nordcoreani che se dovessero passare il turno potrebbero incrociare sulla propria strada la Corea del Sud, inserita nel Gruppo C insieme a Bahrain, India e la favoritissima Australia. E poi c’è la bandierina italiana, immancabile: quella di Alberto Zaccheroni e il suo Giappone.

I nipponici esordiranno domenica pomeriggio contro la Giordania, ricordiamo che per via della rassegna continentale il Cesena in questo mese di gennaio dovrà privarsi di Nagatomo, Morimoto è invece infortunato ed è rimasto in Italia; nel Gruppo B insieme ai samurai di Zac e ai giordani, anche Siria ed Arabia Saudita. Infine il Gruppo A dei padroni di casa, gli unici ad aver già giocato (e perso) nella partita d’apertura contro gli uzbeki; Kuwait e Cina completeranno la classifica della prima giornata del primo girone. Cinque stadi (di cui 4 a Doha), dodici arbitri, sedici squadre e trentadue partite in 23 giorni di passione: la finalissima il 29 gennaio. Si accettano scommesse: chi vincerà?

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”

Ultime notizie su Coppa d'Asia

Tutto su Coppa d'Asia →