Coppa d’Asia 2011: Iran unico qualificato dopo la seconda giornata

La Coppa d’Asia entra nel vivo coi suoi 180 minuti giocati dalle 16 squadre impegnate in questi giorni in Qatar; pochi i verdetti con gli ultimi match che promettono dunque scintille. Nel Girone A l’Uzbekistan vince ancora, questa volta contro il Kuwait (di nuovo a segno Dzeparov, giocatore molto interessante), ma la vittoria dei padroni


La Coppa d’Asia entra nel vivo coi suoi 180 minuti giocati dalle 16 squadre impegnate in questi giorni in Qatar; pochi i verdetti con gli ultimi match che promettono dunque scintille. Nel Girone A l’Uzbekistan vince ancora, questa volta contro il Kuwait (di nuovo a segno Dzeparov, giocatore molto interessante), ma la vittoria dei padroni di casa con la Cina rende questo raggruppamento ancora incerto anche se molto probabilmente alla fine passeranno il turno proprio gli uzbechi e il Qatar. Nel Girone B Zaccheroni coglie la prima vittoria in partite ufficiale da quando siede sulla panchina del Giappone: 2-1 sofferto alla Siria, risultato raggiunto in extremis e in 10 uomini grazie al rigore realizzato da Keisuke Honda.

La Giordania supera di misure la deludente Arabia Saudita, finalista quattro anni e ora già eliminata; domani a Doha il derby contro la Siria, una partita da dentro o fuori per i giordani col Giappone sostanzialmente sicuro del passaggio del turno. Nel Girone C l’Australia impatta, 1-1, contro la sempre tignosa Corea del Sud; per gli oceanici in gol Jedinek, centrocampista 26enne del Gençlerbirliği. Nell’altro match roboante 5-2 del Bahrain contro la derelitta India, addirittura un poker per Abdullatif: Corea praticamente già ai quarti, lo scontro tra Australia e Bahrain decreterà la seconda qualificata. Infine il Girone D, quello con l’unica squadra già certa di essere tra le prime otto della competizione.

Stiamo parlando dell’Iran che ha piegato a fatica la Corea del Nord, gol di Ansari Fard a metà ripresa e seconda vittoria di misura su due partite giocate. L’autogol sulla sirena di Albalooshi Walid manda nello sconforto gli Emirati Arabi Uniti e al contempo riempe di gioia l’Iraq che dunque vede la qualificazione nonostante la sconfitta all’esordio contro l’Iran: agli iracheni basterà un pareggio contro la Corea del Nord, ancora a secco in quanto a gol segnati, per assicurarsi il quarto di finale. Sospiro di sollievo per gli organizzatori che ormai sono quasi certi che il derby delle Coree sarà evitato nel prossimo turno, a meno di una clamorosa vittoria dei nordcoreani proprio contro l’Iraq.

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”

Ultime notizie su Coppa d'Asia

Tutto su Coppa d'Asia →