Maurizio Zamparini furioso dopo Cagliari, si scaglia ancora contro gli arbitri

Il Palermo torna da Cagliari a mani vuote, il successo dei sardi, almeno sul tabellino è stato rotondo, ma Zamparini ancora una volta si sfoga con durezza contro gli arbitri. Non è la prima volta che il patron rosanero individua nelle giacchette nere l’avversario più ostico della sua squadra, anche la sconfitta di oggi, a


Il Palermo torna da Cagliari a mani vuote, il successo dei sardi, almeno sul tabellino è stato rotondo, ma Zamparini ancora una volta si sfoga con durezza contro gli arbitri. Non è la prima volta che il patron rosanero individua nelle giacchette nere l’avversario più ostico della sua squadra, anche la sconfitta di oggi, a suo modo di vedere è stata inficiata da un grave errore arbitrale: Matri era in fuorigioco in occasione del primo vantaggio. Il presidente però non manca di obiettività quando denuncia la non convincente prova dei suoi ragazzi, ma i continui errori contro influiscono, a suo modo di vedere, sul morale dei calciatori.

La sua accusa è diretta principalmente all’assistente Tagliavento, reo di non aver visto la posizione irregolare di Matri in occasione dell’1-0: “C’era un fuorigioco di un metro che anche un bambino d’asilo avrebbe visto. O il guardalinee è un incapace oppure devo pensare, e non voglio, qualcos’altro”. Zamparini fa notare come il 2011 rosanero sia cominciato all’insegna delle cattive decisioni degli arbitri contro il suo Palermo: “Nel nuovo anno abbiamo giocato tre partite: a Bari ci hanno dato contro un rigore che non c’era quando stavamo vincendo e abbiamo pareggiato. Col Chievo non ci hanno concesso un rigore chiarissimo e anche oggi il risultato è stato determinato con l’ennesimo errore arbitrale ai danni del Palermo”.

Non che le cose fossero andate meglio nel vecchio anno, basti pensare che i siciliani sono l’unica formazione a non aver ancora auto un rigore a favore, e sì che la formazione di Delio Rossi si fa vedere molto spesso nelle aree avversarie. Sono almeno 12 o 13 le decisioni che hanno penalizzato, secondo i conti di Zamparini, i rosanero nel girone d’andata: “È una cosa sconcertante. La settimana scorsa stilavano una classifica senza gli errori arbitrali e il Palermo avrebbe chiuso il girone d’andata al primo posto. Su 15 episodi, tutte le decisioni sono state contro il Palermo. Nicchi deve darci delle spiegazioni, delle risposte su come intenda tutelare il Palermo che dall’inizio del campionato vive una fase sconcertante, continua, di episodi a sfavore”.

Il presidente dei siciliani però non si nasconde dietro gli errori degli arbitri e trova anche il tempo di fare un po’ di autocritica, constata il fatto che la sua squadra non abbia giocato una gran partita al Sant’Elia: “Abbiamo disputato un brutto secondo tempo e al Cagliari andava tutto bene, pure il terzo gol loro è arrivato su una deviazione. Ma è stata una partita condizionata e quando i giocatori vedono che sistematicamente gli errori vanno contro di loro, il morale della squadra ne risente”. Insomma, il Palermo non ha disputato una partita memorabile, ma forse anche di questo ha colpa l’arbitro.

I Video di Calcioblog