Voti Serie A, Promossi e Bocciati della 20° Giornata – 16 Gennaio 2011

Anche in occasione della ventesima giornata (Il video di tutti i gol) di campionato, come fatto già per la diciannovesima, vi proveremo a raccontare quello che è successo sui campi della Serie A selezionando quelli che a nostro modo di vedere sono stati i cinque migliori e i cinque peggiori fra tutti i protagonisti della


Anche in occasione della ventesima giornata (Il video di tutti i gol) di campionato, come fatto già per la diciannovesima, vi proveremo a raccontare quello che è successo sui campi della Serie A selezionando quelli che a nostro modo di vedere sono stati i cinque migliori e i cinque peggiori fra tutti i protagonisti della giornata. Un nostro modo per dare risalto a ciò che delude, o che può essere migliorato, ed a quello che entusiasma gli animi dei tifosi.

I PROMOSSI della 20esima Giornata.

Samuel Eto’o: All’Inter mancavano ancora i gol degli attaccanti nel 2011 e finalmente contro il Bologna la coppia Milito – Eto’o si è svegliata. Il camerunense ha giocato un’ottima partita segnando prima su azione e poi anche da calcio piazzato. Un Ritorno decisivo nell’attacco nerazzurro che ha patito molto la sua mancanza lì davanti durante le tre giornate di squalifica.

Il Lecce: Che dire dei salentini, domenica scorsa sono andati a vincere a Roma contro la Lazio seconda in Classifica e ieri sera hanno pareggiato contro la capolista Milan in rimonta. La prestazione non è stata al livello di quella offerta contro i bianconcelesti, ma quando una squadra come il Lecce ferma una corazzata come il Milan non si può far altro che fargli i complimenti.

Luca Castellazzi: Probabilmente nessuno si sarebbe aspettato che questo portiere di quasi 36 anni che ha passato tutta la sua vita calcistica in provincia finisse col giocare così tante partite una volta arrivato all’Inter. Naturalmente questo non sarebbe successo senza la complicità degli infortuni di Julio Cesar, ma il numero 12 nerazzurro merita comunque di essere promosso a pieni voti perché con il passare delle partite il suo rendimento sta migliorando in modo costante. Nella vittoria 4-1 contro il Bologna molti meriti sono i suoi per come è riuscito in almeno 4-5 occasioni ad opporsi splendidamente alle conclusioni dei rossoblu.

L’Udinese: Probabilmente la squadra con l’attacco più in forma della Serie A in questo momento, con la coppia Di Natale – Sanchez che dà spettacolo. Se non fosse stato per quell’inizio avaro di soddisfazioni nelle prime cinque partite di campionato adesso questa squadra verrebbe considerata una rivelazione al pari di Napoli e Lazio. Ad ogni modo c’è sempre tempo per giocarsi un posto in Champions ed il presidente Pozzo sotto sotto ci crede visto che continua a rifiutare offerte importanti per Sanchez per non “rischiare di rompere il giocattolo“.

Zlatan Ibrahimovic: Il solito Ibrahimovic. Anche quando la squadra gioca male, lui riesce a fare la sua parte. In una partita nella quale il Milan non è mai riuscito ad imporre il suo gioco è bastato ai rossoneri buttare una palla in avanti per permettere a Zlatan ti timbrare il cartellino. Anche al Milan Ibra sta dimostrando di essere l’uomo in più.

I BOCCIATI della 20esima Giornata.

Eduardo dos Reis Carvalho: Ennesima papera clamorosa del portiere del Genoa che costa altri punti preziosi ai rossoblu. Dopo un errore così macroscopico è sempre più evidente che al Genoa serva urgentemente un nuovo numero 1.

Sergio Floccari: Periodo nero per l’attaccante bianconceleste che non riesce più a segnare dall’ormai lontanto 21 Novembre. Alla Lazio manca decisamente un bomber per poter restare nelle zone alte della classifica.

Maximiliano Pellegrino: Errore incredibile. Un liscio che costa al suo Cesena un punto preziosissimo in chiave salvezza. Perdere con la Roma ci può stare sulla carta, perderci così decisamente no.

Alexandre Pato: Calciatore irriconoscibile. La seconda punta rossonera sta attraversando un momento di forma orribile. Cassano non avrà di sicuro i 90 minuti nelle gambe, ma se l’alternativa è questo Pato meglio fantantonio in campo anche solo a mezzo servizio.

Il Milan: Decisamente preoccupante per i tifosi rossoneri l’involuzione nel gioco della squadra. Circolazione della palla lentissima e prevedibile, senza riuscire mai a pressare in modo efficace i portatori di palla del Lecce se non commettendo fallo. Se i centrocampisti continueranno a giocare con il baricentro così basso sarà molto difficile per loro anticipare gli avversari per far ripartire l’azione. Di questo passo i rossoneri rischiano seriamente di avere presto Inter e Roma alle calcagna sciupando quanto fatto di buono prima della pausa.

I Video di Calcioblog