Il ritorno di Eric Cantona, sarà direttore tecnico dei New York Cosmos

Eric Cantona torna ad occuparsi di calcio, dopo anni spesi tra i set cinematografici e le spiagge più belle del mondo dove si è divertito a giocare a beach soccer. Lo fa andando a rivestire un ruolo dirigenziale, sarà infatti direttore tecnico dei New York Cosmos, la storica franchigia americana che può annoverare fra i


Eric Cantona torna ad occuparsi di calcio, dopo anni spesi tra i set cinematografici e le spiagge più belle del mondo dove si è divertito a giocare a beach soccer. Lo fa andando a rivestire un ruolo dirigenziale, sarà infatti direttore tecnico dei New York Cosmos, la storica franchigia americana che può annoverare fra i giocatori che ne hanno indossato la casacca gente come Pelé, che del nuovo club sarà il presidente, e Franz Beckenbauer. Il francese è uno degli uomini chiave scelti dalla nuova dirigenza per rilanciare il club, assente dalle scene calcistiche dal 1985, queste le sue prime parole:

“Sono davvero onorato di entrare a far parte di un club leggendario. È un grande e meraviglioso progetto, i Cosmos sono fortissimi, hanno un grande passato e sono un mix di calcio e arte. Farò tutto il possibile per aiutare il club a riprendersi il primato negli Stati Uniti e poi diventare una delle migliori squadre al mondo”.

I Cosmos sono probabilmente la squadra americana di calcio più famosa di sempre, di sicuro sono la più titolata. La società fu fondata nel 1970 e in poco più di 15 anni di attività vinse ben 7 campionati NASL, la prima lega calcistica americana che fallì per mancanza di pubblico nel lontano 1984. A rendere i newyorchesi così celebri di sicuro hanno contribuito i tanti campioni che hanno giocato con quella divisa, tra tutti spicca appunto il nome di Pelé che proprio a New York chiuse la sua carriera, evento celebrato con un’amichevole con il Santos durante la quale il campione brasiliano indossò entrambe le maglie, una per tempo. Oltre a lui è possibile annoverare il già citato Beckenbauer, l’italiano Chinaglia, un altro brasiliano campione del mondo, Carlos Alberto.

La società, pur non disputando alcun torneo, ha continuato ad esistere fino ad oggi come marchio per ragioni di merchandising. Già poco dopo il suo fallimento un gruppo di imprenditori, con a capo proprio Chinaglia, avevano provato a resuscitarla senza successo. La svolta quest’estate quando una cordata, di cui fa parte anche il presidente del Tottenham Paul Kemsley, ha varato il nuovo progetto di rilancio. I Cosmos entreranno a far parte della MLS a partire dal 2013, il progetto è quello di riportare la squadra ad essere il top del calcio nordamericano. Per riuscirci sono stati ingaggiati personaggi che conoscono bene il calcio come Terry Byrne, ex manager di David Beckham, e Rick Parry, ex amministratore delegato del Liverpool.

C’è chi dice che lo stesso Spice Boy si trasferirà a New York e a conti fatti la profezia è quantomeno plausibile. Il contratto dell’inglese con i Los Angeles Galaxy scade infatti nel luglio del 2012, in tempo per poter firmare il nuovo accordo con i Cosmos. A New York si attende già con trepidazione quel momento, il Giants Stadium tornerà così a riempirsi per una partita di calcio, meno felice sarà sicuramente l’altro club cittadino, i Red Bulls, che si troveranno così ad affrontare una spietata e quanto mai combattiva concorrenza interna, anche loro hanno provato, si veda l’ingaggio di Thierry Henry, a puntare su grandi nomi del calcio internazionale, senza però riuscire a replicare i successi della storica franchigia della Grande Mela.

I Video di Calcioblog