Voti Serie A, Promossi e Bocciati della 21° Giornata – 23 Gennaio 2011

Anche in occasione della ventunesima di Serie A (Il video di tutti i gol), come fatto già per la diciannovesima e la ventesima, vi proveremo a raccontare quello che è successo sui campi della Serie A selezionando quelli che a nostro modo di vedere sono stati i cinque migliori e i cinque peggiori fra tutti


Anche in occasione della ventunesima di Serie A (Il video di tutti i gol), come fatto già per la diciannovesima e la ventesima, vi proveremo a raccontare quello che è successo sui campi della Serie A selezionando quelli che a nostro modo di vedere sono stati i cinque migliori e i cinque peggiori fra tutti i protagonisti della giornata. Un nostro modo per dare risalto a ciò che delude, o che può essere migliorato, ed a quello che entusiasma gli animi dei tifosi.

I PROMOSSI della 21esima Giornata.

Ezequiel Lavezzi: Giocatore determinante anche nella trasferta di Bari. Un gol splendido di tacco e un assist al pennello per Cavani impreziosiscono una prestazione esaltante per la mole di gioco creata e per la qualità espressa sul terreno di gioco. Se Lavezzi un giorno riuscisse ad essere più continuo nel proporre questo genere di prestazioni il Napoli farebbe con lui il definitivo salto di qualità.

Michele Arcari: Che prestazione sabato pomeriggio contro il Palermo! Il Brescia grazie a lui è riuscito a resistere ai tremendi attacchi dei rosanero per ben 86 minuti durante i quali ha compiuto almeno quattro o cinque miracoli. Nulla ha potuto nel finale sulla punizione di Cesare Bovo, ma senza di lui la sua squadra sarebbe tornata in Lombardia con un ben più ampio numero di gol subiti. Strano che un portiere così sia arrivato così tardi in Serie A, ma di sicuro adesso meriterebbe molto di più di una maglia come secondo portiere del Brescia. Il Genoa cerca ancora un portiere affidabile? Perché non pensare a lui? Arcari potrebbe essere una soluzione di qualità a buon mercato per sostituire l’esotico e mediocre Eduardo.

Il Palermo: Come scritto sopra, solo un Arcari in splendida forma ed una buone dose di sfortuna non ha permesso a questa squadra di vincere in goleada contro il Brescia. I rosanero hanno costruito una mole di gioco impressionante, arrivando a tirare verso la porta avversaria ben 32 volte e battendo 19 calci d’angolo contro appena uno calciato dagli avversari. Se l’arbitro Gervasoni avesse fischiato nel primo tempo un rigore solare su Pastore la partita sarebbe potuta diventare un vero e proprio incubo per i bresciani. Arcari permettendo naturalmente.

Marco Di Vaio: Avere quasi 35 anni e non sentirli. Continua a gonfie vele questa seconda giovinezza dell’attaccante romano. Altri due gol determinanti e bellissimi per raggiungere la salvezza con il Bologna.

L’Udinese: Si conferma una delle squadre più in forma del campionato anche contro l’Inter di Leonardo che di certo non aveva sfigurato in questo inizio di 2011. Se giocherà con questa intensità e velocità anche contro la Juventus sarà veramente molto difficile per i bianconeri di Torino sottrarsi alla furia degli uomini di Guidolin.

I BOCCIATI della 21esima Giornata.

David Di Michele: Ha segnato il gol del vantaggio per il suo Lecce, ma ha anche sciupato dal dischetto l’occasione di chiudere la partita nel primo tempo. E’ già il terzo rigore sbagliato da lui quest’anno. Per una squadra che deve salvarsi sono davvero troppi.

L’Inter: Brutto stop contro l’Udinese. Si può anche perdere ogni tanto come ha detto anche Leonardo, ma farsi prendere a pallate è un altro discorso. La squadra forse adesso è un po’ stanca, ma quando c’è da recuperare il terreno perso nei primi 4 mesi della stagione non c’è proprio tempo per le pause.

Mauro Zarate: Semplicemente immaturo. Rischia una grossa squalifica per la rissa innescata (Foto) nel finale di partita contro il Bologna.

Alessandro Del Piero: Che errore nel momento decisivo! Il capitano della Juve ha giocato gli ultimi minuti di Sampdoria – Juventus facendo diverse cose di ottimo livello, ma ha spedito alle stelle la palla gol più facile per un attaccante esperto e prolifico come lui. Sbagliare un rigore in movimento non è da Del Piero.

Maximiliano Pellegrino Due autogol nelle ultime tre partite per lui. Domenica scorsa ha regalato tre punti alla Roma e ieri sera ha pensato bene di aprire le marcature del Milan a San Siro. Ci vuole un’altra concentrazione per salvarsi in Serie A.

I Video di Calcioblog