Inghilterra: telecronisti Sky sospesi per commenti sessisti

Le presunte difficoltà nel far comprendere la regola del fuorigioco alle donne è uno di quei luoghi comuni, nemmeno tanto divertenti, che si fa fatica ad estirpare dall’immaginario degli appassionati di calcio di sesso maschile. Richard Keys e Andy Gray, due dei più famosi cronisti Sky in Inghilterra, difficilmente torneranno a scherzare su questo argomento


Le presunte difficoltà nel far comprendere la regola del fuorigioco alle donne è uno di quei luoghi comuni, nemmeno tanto divertenti, che si fa fatica ad estirpare dall’immaginario degli appassionati di calcio di sesso maschile. Richard Keys e Andy Gray, due dei più famosi cronisti Sky in Inghilterra, difficilmente torneranno a scherzare su questo argomento dopo quando accaduto. I due sono stati beccati da un fuori onda mentre scambiavano commenti ironici su Sian Massey, guardialinee donna di Premier League, prima dell’inizio di Wolverhampton – Liverpool per la quale la venticinquenne era stata designata.

L’episodio è costato ai due una sospensione immediata, non si occuperanno infatti del Monday Night in programma stasera tra Bolton e Chelsea, a rivelarlo è stato il direttore esecutivo di Sky Sports Barney Francis: “Ho parlato direttamente sia con Richar Keys che con Andy Gray questa mattina. Ho detto chiaramente ad entrambi che il loro commenti sono stati assolutamente inaccettabili. Quei giudizi sono assolutamente imperdonabili e totalmente incompatibili con la nostra filosofia d’azienza, oltre che potenzialmente offensivi per la maggior parte dei nostri clienti, della gente e del pubblico in generale. Non ci sono scuse, a dispetto della loro posizione o della loro anzianità”.

Il dialogo incriminato potete ascoltarlo nel video che troverete in seguito, in pratica i due alla vista della Massey suggeriscono che qualcuno scenda in campo a spiegarle la regola del fuorigioco, sottolineando che se il guardialinee viene chiamato linesman, uomo di linea, c’è un motivo ben preciso. Ironia della sorte i due cronisti vengono sbugiardati in occasione del primo gol del Liverpool, la loro convinzione in un errore dell’assistente viene smentita dalla moviola. Keys e Gray sono riusciti a far infuriare anche la vice presidentessa del West Ham Karren Brady, liquidando le sue dichiarazioni, pubblicate una settimana prima dalla stessa Brady sul blog che cura sul sito del tabloid The Sun, proprio a proposito del sessismo nel mondo del calcio con un “Si, fammi il favore bella”.

Intanto solidarietà nei confronti della giovane assistente arrivano un po’ da tutte le parti. Il difensore del Manchester United Rio Ferdinand ha così commentato l’accaduto attraverso Twitter: “Sono totalmente a favore delle donne come arbitri nel calcio, la discriminazione non dovrebbe esistere in nessun modo nel nostro gioco… chi la pensa diversamente ha idee preistoriche…”. In precedenza lo stesso giocatore aveva anche commentato la decisione presa in occasione del primo gol di Torres: “Qualcuno ha visto la decisione che la guardialinee ha preso durante la partita tra Liverpool e Wolverhampton… Una top decision”.

Per finire ci sono da segnalare anche le parole di solidarietà arrivate direttamente dalla FA, la federazione calcistica più antica del mondo che ha sottolineato il grande lavoro fatto negli anni per incoraggiare l’ingresso delle donne nel mondo del calcio e l’orgoglio per le oltre 800 donne che dirigono a tutti i livelli. A loro, ha ribadito la federazione nel suo comunicato, va il supporto più sentito ora e in futuro. Insomma gli unici perdenti di questa storia sono Keys e Gray, dopo la bufera mediatica che gli è piombata addosso difficilmente dubiteranno delle capacità delle donne nel mondo del calcio.