Siena: tutto pronto per San Siro


Dopo quattro giornate la classifica del Siena è più che onorevole, 7 i punti conquistati grazie soprattutto alle due trasferte vittoriose di Verona e Torino. Ora si potrebbe continuare la striscia ma l'ostacolo in questo caso si chiama Milan.

Il tecnico Beretta, che domani sera sarà insignito a Cremona del premio Torrazzo quale miglior allenatore emergente, mette subito le mani avanti. Ha sciorinato una serie di complimenti per la formazione rossonera definendola una squadra senza punti deboli. Ha sminuito il problema della carenza di goal, che si è evidenziato nelle ultime due trasferte di Livorno e Lille, asserendo che una squadra come il Milan può trovare soluzioni in qualsiasi momento con qualsiasi giocatore. Nemmeno la difesa pare essere così debole, nonostante l'età, visto che giocatori come Maldini, Costacurta e Cafù sono "giovani di spirito". Inattaccabili dunque? Si vedrà.

Per quanto riguarda la situazione interna ci sono alcune questioni ancora da definire.

C'è da recuperare la condizione di Cozza ancora non in forma, oggi sembrava potesse giocare ma questa possbilità si è allontanata visto che ieri ha dato una mano ai ragazzi della primavera vittoriosi contro la Ternana, alla fine non è rientrato tra i convocati. Stesso discorso per Bogdani non ancora pronto, ma sul quale Beretta ripone molte speranze, l'albanese al contrario dell'ex reggino però è tra i 20. L'attaccante di riferimento sarà ancora l'ottimo Frick di inizio stagione. Gli indisponibili sono lo squalificato Portanova e gli acciaccati Masiello e Pavarini.

Il Milan sarà anche una squadra solida come ha tenuto a dichiarare Beretta ma questo Siena potrebbe dare una delusione ai ragazzi di Ancelotti, se questo non dovesse accadere non sarebbe certo una tragedia visto la rassicurante posizione di classifica.

Lontano da Siena i punti sono arrivati e non è certo San Siro il campo migliore per conquistarne altri, quello che è importante adesso è migliorare il ruolino di marcia casalingo, visto che la vittoria al Franchi manca ormai da molto tempo.

  • shares
  • Mail