Sputi da prova tv fra Rosi e Lavezzi

Un increscioso episodio ha coinvolto Ezequiel Lavezzi e Aleandro Rosi durante Roma – Napoli di stasera. Si era nel primo tempo, ancora sulla 0 a 0, a palla lontana Rosi sputa mentre il napoletano è girato di spalle e lo colpisce. Il Pocho non si fa pregare, si gira e ricambia il favore sputando sul

di


Un increscioso episodio ha coinvolto Ezequiel Lavezzi e Aleandro Rosi durante Roma – Napoli di stasera. Si era nel primo tempo, ancora sulla 0 a 0, a palla lontana Rosi sputa mentre il napoletano è girato di spalle e lo colpisce. Il Pocho non si fa pregare, si gira e ricambia il favore sputando sul viso del difensore giallorosso. Un comportamento semplicemente riprovevole che sfugge totalmente allo sguardo di Bergonzi e dei suoi assistenti.

Si accende un parapiglia con Cassetti e Juan che protestano con il guardalinee e l’arbitro che fatica a riportare la calma. In un primo momento non era chiaro che fosse stato il romanista ad avviare la simpatica “battaglia di sputi”, ma il secondo provvidenziale replay spiega anche perché in un episodio che lo coinvolge direttamente non protesti poi un granché lasciando il ruolo degli imbufaliti ai compagni della difesa. Sapeva di aver sputato per primo. Nel post partita il romanista si è difeso:

Lavezzi era già da qualche minuto che era nervoso: prima dello sputo lui mi ha tirato una gomitata a gioco fermo, poi sono stato io il primo a sputare. Ma ha iniziato lui: a gioco fermo mi ha tirato una gomitata sullo stomaco: è stato lui il primo a provocare. Secondo me l’arbitro non è stato capace di tenere in mano la partita

Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi

Rimane da stabilire se Bergonzi abbia sanzionato i due calciatori con il giallo per il parapiglia e le proteste o perché ha capito realmente cosa è successo. Se nel referto di gara non dovessero essere nominati gli sputi (che avrebbero certamente meritato il rosso) è molto probabile che si arrivi a ricorrere alla prova tv e proprio in quest’ottica Mazzarri cerca di difendere il suo giocatore da una possibile squalifica:

Per me è molto grave chi ha iniziato questa provocazione assurda, in quel momento non c’era nemmeno motivo. Era tendenziosa, per cercare di innervosire, è antisportiva. Lui, probabilmente, è stato sciocco a replicare. Secondo me, è una situazione che va valutata in due modi completamente diversi.

La parola passa al giudice sportivo.

Gli sputi fra Lavezzi e Rosi

Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi
Gli sputi fra Lavezzi e Rosi

I Video di Calcioblog