Voti Serie A, Promossi e Bocciati della 25° Giornata – 12/13 Febbraio 2011

Anche in occasione della venticinquesima giornata di Serie A (Il video di tutti i gol), come fatto nelle giornate precedenti, vi proveremo a raccontare quello che è successo sui campi della Serie A selezionando quelli che a nostro modo di vedere sono stati i cinque migliori e i cinque peggiori fra tutti i protagonisti della


Anche in occasione della venticinquesima giornata di Serie A (Il video di tutti i gol), come fatto nelle giornate precedenti, vi proveremo a raccontare quello che è successo sui campi della Serie A selezionando quelli che a nostro modo di vedere sono stati i cinque migliori e i cinque peggiori fra tutti i protagonisti della giornata.

I PROMOSSI della 25esima Giornata.

Antonio Cassano: Grande prestazione contro il Parma. Fantantonio ha fatto impazzire la difesa dei ducali non concedendole mai un punto riferimento. Il numero 99 sta lentamente conquistando uno spazio importante nel Milan di Allegri, peccato per i rossoneri che non potranno schierarlo in Champions League in questa stagione.

Adem Ljajić: Con la complicità del brutto infortunio di Jovetic e della squalifica per doping prima e dei problemi con la società poi di Adrian Mutu, Ljajić ha trovato finora moltissimo spazio nell’attacco dei viola alternando buone giocate ad errori evidenti di inesperienza. Contro il Palermo gli sono bastati solo 15 minuti per incidere in positivo sulla partita. Prima ha provocato l’autogol di Bovo con un bel traversone dal fondo e poi ha fornito un assist al bacio per il 4-2 di Montolivo. Anche se la strada per arrivare a diventare un giocatore importante è ancora molto lunga, la direzione è quantomeno quella giusta.

Antonio Nocerino: In stato di grazia. In questo momento il centrocampista campano è un giocatore fondamentale per i rosanero perché riesce ad essere propositivo in fase offensiva senza risparmiarsi nel lavoro difensivo in particolare in appoggio a Balzaretti spesso troppo proiettato in avanti. Ottimo l’inserimento in occasione del gol e per poco non è riuscito anche a firmare una doppietta con un bel tiro al volo. Vanno fatti i complimenti a Rossi che è riuscito a trasformarlo da mediano di rottura in una delle migliori mezz’ale italiane.

Frederik Sørensen: Prestazione ottima contro l’Inter in marcatura su Eto’o. Il giovane danese ha affrontato l’interista con grande aggressività senza alcun timore reverenziale, cercando e trovando quasi sempre la giocata in anticipo. Ciliegina sulla torta l’assist per Matri nel gol decisivo della partita. Soli 18 anni e uno stipendio di “appena” 20 mila euro annui (Eto’o ne guadagna circa 29mila al giorno), l’accoppiata Marotta-Paratici ha messo a segno un grande colpo la scorsa estate.

Francesco Lodi: Empoli e Udinese l’hanno scaricato decisamente troppo in fretta. Lodi è un centrocampista di grande qualità che al Frosinone ha dimostrato largamente di poter essere un giocatore decisivo. Grande colpo di mercato di Lo Monaco che si è assicurato il giocatore per appena 600mila euro.

I BOCCIATI della 25esima Giornata.

Samuel Eto’o: Prestazione decisamente deludente. Incredibile l’errore sotto porta nel finale di partita degno del peggiore Darko Pančev.

Ivan Cordoba: Un giocatore della sua esperienza non avrebbe dovuto lasciare tutto quello spazio ad Alessandro Matri consentendogli di colpire di testa del tutto indisturbato. Un errore imperdonabile in una partita così importante.

La Roma: Prestazione impalpabile contro i partenopei. Le ambizioni dei giallorossi si sono ridimensionate nel giro di appena sette giorni. Perdere contro l’Inter in trasferta può anche starci, ma perdere anche in casa la domenica successiva contro un’altra diretta concorrente è davvero molto grave. Lo Scudetto ormai è andato, ma anche per la qualificazione in Champions sarà molto dura.

Aleandro Rosi: Disastrosa la sua prestazione, decisamente inadeguato per ricoprire un ruolo da protagonista ad alti livelli. Oltre a questo si è fatto notare, sempre in negativo, per aver sputato addosso a Lavezzi.

Ezquiel Lavezzi: La sua partita contro la Roma è stata di ottimo livello, ma cadere nella provocazione di Rosi è stata davvero una grave ingenuità che potrebbe costargli molto cara. Avrebbe fatto bene a seguire il consiglio di Virgilio al Poeta, “non ragioniam di lor, ma guarda e passa“.

I Video di Calcioblog