Maggio: “Il mio Napoli è più forte del Milan”

Manca ancora una partita di Champions per il Milan e una di Europa League per il Napoli oltre ad una giornata di campionato, ma la mente di Christian Maggio e già proiettata sulla gara contro i rossoneri del prossimo 28 Febbraio: «Non vediamo l’ora di andare a Milano per affrontare i rossoneri: il Milan ha


Manca ancora una partita di Champions per il Milan e una di Europa League per il Napoli oltre ad una giornata di campionato, ma la mente di Christian Maggio e già proiettata sulla gara contro i rossoneri del prossimo 28 Febbraio: «Non vediamo l’ora di andare a Milano per affrontare i rossoneri: il Milan ha giocatori di grande qualità, ma noi non siamo da meno, anzi per me è più forte il Napoli…. Prima però dobbiamo pensare al Villarreal: noi vogliamo andare lontano anche in Europa e d’altra parte la nostra forza è stata di affrontare una partita dopo l’altra senza fare calcoli. Le altre rivali per lo Scudetto? È ancora presto, ma posso dirvi che sono stato contento che l’Inter abbia perso: vincendo con la Juventus si sarebbe avvicinata troppo».

Anche se l’entusiasmo dei tifosi è alle stelle, in pochi trai giornalisti sportivi sono conviti che questo Napoli possa reggere il passo del Milan fino a fine campionato e meno che mai che possa anche recuperare i 3 punti che attualmente distanziano le due squadre in classifica. A Christian Maggio non interessa il parere dei cosiddetti “esperti”: «La stampa ci sottostimava? Per me non conta: noi affrontiamo tutte le partite come se fossero finali e senza guardare la classifica. C’è grande soddisfazione ed entusiasmo: la cosa più bella per noi è vedere i tuoi tifosi che ti aspettano fino a notte fonda per festeggiare con te. È la mia terza stagione a Napoli e ne ho viste di tutti i colori ma il calore dei tifosi è indescrivibile. E fanno bene, perché noi abbiamo grandi ambizioni».

Il 28 contro i rossoneri Maggio ritroverà anche un vecchio compagno di squadra alla Sampdoria, Antonio Cassano: «Me lo sono ritrovato in Nazionale e qualche battuta sulla sfida Milan-Napoli me l’ha fatta: più che altro mi ha detto che avremmo perso contro la Roma e invece abbiamo avuto ragione noi. È un giocatore fenomenale: ho avuto la fortuna di giocare insieme a lui e fa cose allucinati con la palla».