Under 21, oggi il durissimo spareggio con la Spagna

Raffaele Palladino In attesa dell’incontro di domani sera all’Olimpico tra Italia e Ucraina, questa sera il programma riserva il gustosissimo antipasto di Italia – Spagna Under 21, gara di andata (ritorno martedì a Palencia) dello spareggio valido per la qualificazione al girone finale della prossima primavera di questo strano Europeo 2007. L’incontro con la nazionale iberica, che si gioca a Modena con inizio alle ore 21, è quanto di peggio il sorteggio potesse riservare alla squadra di Casiraghi, tanto che alcuni titoli della stampa specializzata già hanno parlato di finale anticipata.

Le giovani furie rosse, infatti, vantano da diversi anni un vivaio invidiabile e inesauribile, e in Spagna i giovani vengono lanciati senza grossi problemi in prima squadra e nelle principali competizioni europee. Da un certo punto di vista e in maniera un po’ paradossale, questo però va a vantaggio degli azzurri dal momento che i migliori talenti dell’Under 21 spagnola saranno impegnati con la nazionale maggiore, togliendo di fatto un bel gruppo di giocatori al commissario tecnico Iñaki Sáez: Fernando Torres, Andrés Iniesta, Cesc Fabregas e Sergio Ramos sono da tempo stabilmente nella rosa di Luis Aragonés e a loro si aggiunge il centrocampista del Siviglia Antonio Puerta, richiamato dal ritiro dell’Under 21 per sostituire l’infortunato Reyes.
Casiraghi, dal suo canto, non fornisce alcun Under 21 alla Nazionale di Donadoni, e non potrà disporre degli infortunati Ferronetti e Pazzini, rimpiazzati però da due rientranti del gruppo storico: Scurto e Palladino. Mentre la grande novità è l’esordio di Aleandro Rosi (1987), ormai titolare nella Roma di Spalletti, mentre torna in gruppo anche Nicola Pozzi (1986) a scapito di Lodi. Il c.t., insomma, conferma la volontà di pescare tra giocatori sotto età che formeranno la spina dorsale del prossimo ciclo, comunque vada questo Europeo.

La rosa di Sáez rimane comunque di grande valore: dal trio delle promesse valenciane Raúl Albiol, Jaime Gavilán e David Silva (che si ritrovano con Curci, Rosi e Aquilani) all’altra rivelazione del Siviglia (quasi omonimo di Raúl) Kepa Blanco González; fino a un altro Raúl (il centrocampista García Escudero) che insieme ai suoi compagni dell’Osasuna Javier Flaño (preferito al gemello Miguel) e Roberto Soldado (scuola Real Madrid) si incroceranno con Dessena e Cigarini in un anticipo di Parma – Osasuna di Coppa Uefa.

La prolifica cantera del Real Madrid è presente anche in prima persona con le due stelle del Castiglia (seconda squadra dei blancos) Rubén de la Red e il diciannovenne portiere Antonio Adán. Da tenere d’occhio, infine, il difensore del Real Betis Juan Andreu “Melli” e il duo del Saragozza: il difensore Alberto Zapater e soprattutto il potenziale fuoriclasse (1987) Gerard Piqué, già nel Manchester United e portatore di un cognome ingombrante: Bernabéu.

Questo, invece, l’elenco completo dei convocati azzurri, con cui risponde Casiraghi:

Portieri: Gianluca Curci (Roma), Emanuele Viviano (Brescia)

Difensori: Marco Andreolli (Inter), Giorgio Chiellini (Juventus), Andrea Coda (Udinese), Andrea Mantovani (Chievo), Francesco Pisano (Cagliari), Alessandro Potenza (Fiorentina), Giuseppe Scurto (Chievo)

Centrocampisti: Alberto Aquilani (Roma), Luca Cigarini (Parma), Daniele Dessena (Parma), Andrea Lazzari (Cesena), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Antonio Nocerino (Piacenza), Simone Padoin (Vicenza), Aleandro Rosi (Roma), Alessandro Rosina (Torino)

Attaccanti: Raffaele Palladino (Juventus), Graziano Pellè (Cesena), Nicola Pozzi (Empoli), Giuseppe Rossi (Newcastle)

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: