Makelele: “Mourinho si ubriacava con noi fino a quando…”

Josè Mourinho non guarda in faccia a nessuno quando deve prendere una decisione. E’ il succo dell’intervista rilasciata da un suo ex giocatore del Chelsea. Parlando dei tre anni trascorsi a Stamford Bridge con il tecnico portoghese, il centrocampista del PSG Claude Makelele ha ricordato i tempi in cui lo Special One si relazionava ai

di antonio


Josè Mourinho non guarda in faccia a nessuno quando deve prendere una decisione. E’ il succo dell’intervista rilasciata da un suo ex giocatore del Chelsea. Parlando dei tre anni trascorsi a Stamford Bridge con il tecnico portoghese, il centrocampista del PSG Claude Makelele ha ricordato i tempi in cui lo Special One si relazionava ai calciatori. Le parole del francese, contenute sulle pagine di un’autobiografia, sono state riprese dal portale spagnolo El Confidencial:

E’ un vincitore nato, sa come utilizzarti e come tirarti fuori il meglio. Da questo punto di vista è un grande allenatore. Il problema è quando decide di lasciarti da parte: è un calcolatore, crudele e ambizioso. Teneva i giocatori lontani dalla luce dei riflettori, ci ubriacavamo e scherzavamo tutti insieme, però dopo ha smesso di contare su di noi e teneva in considerazione soltanto le nuove stelle. Lui era in cima a tutti quanti (Makelele si riferisce al terzo anno vissuto con il portoghese sulla panchina dei Blues, ndr). Si è dimenticato dei giocatori e reclamava per sé tutti meriti. Nessuno poteva avere più fama di lui”.