In Giappone si ferma anche il campionato di calcio

A causa delle conseguenze del disastroso tsunami che venerdì scorso ha colpito la parte nord-orientale del Giappone, la federazione del paese del Sol Levante ha ordinato la sospensione di tutti i campionati professionistici per l’intero mese di marzo. In un comunicato diramato questa mattina, la J-League, la Lega calcio professionistica nipponica, ha informato che saranno


A causa delle conseguenze del disastroso tsunami che venerdì scorso ha colpito la parte nord-orientale del Giappone, la federazione del paese del Sol Levante ha ordinato la sospensione di tutti i campionati professionistici per l’intero mese di marzo. In un comunicato diramato questa mattina, la J-League, la Lega calcio professionistica nipponica, ha informato che saranno sospese tutte le partite delle prime due divisioni, J1 e J2, e le eliminatorie della Nabisco Cup, la Coppa di Lega giapponese. La Lega calcio sabato aveva già deciso la cancellazione dei diciannove incontri di campionato previsti per ieri.

Il presidente della J-League, Kazumi Ohigashi, spera in una possibile ripresa degli incontri in aprile per poi recuperare le partite saltate nel prossimo luglio. Questa decisione metterebbe però potenzialmente a rischio la già programmata partecipazione come ospite della nazionale guidata da Alberto Zaccheroni alla Coppa America. Ieri la federcalcio nipponica aveva annunciato l’intenzione di tenere comunque le due amichevoli della nazionale previste per il 25 e 29 marzo a Shizuoka e Tokyo, rispettivamente contro Montenegro e Nuova Zelanda, per dare un messaggio forte alla nazione colpita dalla catastrofe.

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”