Menez: “Con Montella gioco meno, a fine stagione potrei andar via”

“Da quando c’è il nuovo allenatore gioco di meno. Manca un mese e mezzo alla fine della stagione. Continuerò a lavorare come ho sempre fatto, poi si vedrà…”. Jeremy Menez, che nelle ultime due giornate, compresa la partita odierna di Firenze, è stato però schierato titolare da Montella (con risultati deludenti), si è confessato al

di antonio


Da quando c’è il nuovo allenatore gioco di meno. Manca un mese e mezzo alla fine della stagione. Continuerò a lavorare come ho sempre fatto, poi si vedrà…”. Jeremy Menez, che nelle ultime due giornate, compresa la partita odierna di Firenze, è stato però schierato titolare da Montella (con risultati deludenti), si è confessato al quotidiano francese L’Equipe e ha spiegato il suo personale momento no:

Non nascondo di essere rimasto molto sorpreso dal fatto che mi sono ritrovato improvvisamente in panchina, ho fatto fatica ad accettarlo. Sono rimasto deluso da alcune persone qui, non capisco le scelte del mister ma le rispetto e le accetto“. Menez dice di non aver ricevuto delle spiegazioni chiare e oneste da Montella:

Ho sentito che il suo discorso non era sincero, che non corrispondeva alla realtà. Mi è stato detto che c’erano delle cose che non potevo fare, che non si poteva giocare coi tre attaccanti. Tuttavia, dall’inizio della stagione, ho giocato in diversi ruoli e ho sempre partecipato ai compiti difensivi. Avrei preferito più franchezza“. Il francese continua:

Non vorrei dire che si è rotto qualcosa, ma quando si sta in posto da tre anni, e capitano questo genere di cose, è frustrante. Dall’inizio dell’anno ho ricoperto diversi ruoli, non è stato facile ma mi sono sempre sacrificato. A Roma, gli stessi tifosi non capiscono perchè non gioco… Se mi hanno mancato di rispetto? No, non sono nessuno per dire questo. Però è una situazione frustrante“. Non è da escludere un addio alla Roma:

Non escludo affatto una mia partenza a fine stagione . È da tre anni che sono a Roma, la gente mi conosce e sa come posso giocare. Per dare il meglio ho bisogno di sentire fiducia e di sentirmi importante per il club. Nel momento in cui mancano queste cose, non escludo nulla. Da quando sono qui i tifosi sono sempre stati eccezionali con me, ma sono rimasto deluso da alcune cose e alcune persone. A parte qualche eccezione, non sono stato molto aiutato all’interno del club. Ho voglia di far capire ad alcuni che in futuro forse rimpiangeranno le loro scelte“.

Menez è stato convocato dal ct dei Bleus, Laurent Blanc, per il doppio impegno della nazionale transalpina con Lussemburgo e Croazia: “Sono contento di essere stato convocato. Da quando c’è il Montella a Roma gioco di meno, ma il ct sa cosa sono in grado di fare.Per me questa convocazione è una grossa boccata d’ossigeno“.

Ultime notizie su Calciomercato Roma

Tutto su Calciomercato Roma →