La storia di Rogerio Ceni, il portiere in gol 100 volte da professionista

E sono 100! Rogerio Ceni entra nella storia siglando, da portiere, il 100esimo gol da professionista: 98 per la Fifa, 100 per tutti gli altri dacché in Brasile non si sono mai fatti troppi problemi a considerare anche le amichevoli (come accaduto per il traguardo delle 1000 realizzazioni per Pelé e Romario). Un vero fenomeno

E sono 100! Rogerio Ceni entra nella storia siglando, da portiere, il 100esimo gol da professionista: 98 per la Fifa, 100 per tutti gli altri dacché in Brasile non si sono mai fatti troppi problemi a considerare anche le amichevoli (come accaduto per il traguardo delle 1000 realizzazioni per Pelé e Romario). Un vero fenomeno questo estremo difensore classe ’73 di padre italiano e madre tedesca nato a Pato Branco la bellezza di 38 anni fa; e ancora non ha intenzione di fermarsi. Una vita spesa per il San Paolo, club in cui approdò diciassettenne nel 1990: 55 gol su calcio di rigore, 44 su punizione e uno su azione, nel 2006 contro il Cruzeiro.

Nel 1996, quando Telê Santana (c.t. del Brasile ai Mondiali 1982 e 1986, morto nel 2006, ndr) era allenatore della mia squadra, non c’era nessuno che tirasse i calci da fermo. Arrivavo mezz’ora prima dell’allenamento e ci provavo. Riempivo un sacco con una ventina di palloni. Usavo una barriera mobile, perché non c’era nessuno con cui allenarmi. Cercavo di colpire il palo e poi mi dicevo ‘se riesco a colpirlo, posso centrare facilmente pure la rete’” ha spiegato Ceni, visibilmente commosso. Grandissima festa in campo, anche perché la rete è arrivata contro i rivali cittadini del Corinthians, club del neo acquisto Adriano.

Volevo segnare proprio su punizione perché così è iniziata questa lunga serie. Se avessi dovuto immaginarmi una maniera per festeggiare i 100 gol avrei scelto esattamente questa, è incredibile” ha spiegato ancora Ceni, che ha siglato la rete del 2-0 (il match è poi finito 2-1, partita valevole per il campionato paulista). E la festa, oltre che sul campo (si è tolto la maglia ed è stato ammonito, sono stati esplosi fuochi d’artificio sugli spalti, anche l’arbitro si è complimentato), anche il proprio club ne ha approfittato per prendere in giro i rivali del Timao: “Avete per caso degli spiccioli per cambiarci una banconota da cento?” è la frase ironica apparsa sul sito del San Paolo.

La prima realizzazione nel 1997 contro l’União São João, sempre nel campionato paulista, sempre su punizione, sempre con la maglia bianco-rosso-nera che hanno vestito anche Kakà e Rivaldo; incredibile l’anno 2005 con 21 reti. Staccato dunque Chilavert fermo a 62 gol e il grandissimo Higuita, che di gol ne fece 41. Buon portiere anche tra i pali, Rogerio Ceni ha pure vestito la maglia della Seleçao per 17 volte (nel 2006 ai Mondiali di Germania entrò a partita in corso al posto di Dida, contro il Giappone): con i verdeoro non ha mai segnato, un vero peccato.

Devo ringraziare questo straordinario club, il San Paolo, ma la dedica maggiore è sicuramente per mia madre, che lassù nel cielo starà sicuramente festeggiando con me” ha concluso Ceni. E noi ringraziamo questo splendido atleta, professionista e portiere e lo celebriamo gustandoci una compilation di alcuni dei suoi gol.

I Video di Calcioblog