Euro 2008: Inghilterra in crisi, la Francia respira


Mercoledì scorso molte nazionali, compresa l'Italia, sono scese in campo per avvicinarsi sempre più agli Europei del 2008. Tante le sorprese come la sconfitta dell'Inghilterra in Croazia o i 3 punti conquistati da Malta contro l'Ungheria, ma tante anche le conferme a partire dal rullo compressore Svezia, a punteggio pieno con 12 punti.
Nel Gruppo A la capolista si chiama ancora Serbia che si sbarazza con un secco 3-0 dell'Armenia (in gol sia Stankovic che Zigic); dietro di lei oltre alla Finlandia, mercoledì a riposo, scalciano il Belgio (vittorioso contro l'Azerbaijan) e la Polonia che con una doppietta di Smolarek ha liquidato il Portogallo, fin'ora molto deludente (ancora a 4 punti contro i 10 degli slavi).

Nel girone dell'Italia l'Ucraina mischia le carte in tavola liquidando la Scozia e accorciando la classifica; non si lasciano sfuggire l'occasione la Francia che ha vinto 5-0 contro FarOer grazie alla buona vena dei suoi attaccanti, tutti in gol, e l'Italia che ha fatica ha avuto la meglio della Georgia di Kaladze. I transalpini hanno ora raggiunto gli scozzesi a quota 9 punti, alle loro spalle Italia e Ucraina rispettivamente a 7 e 6 punti.
Il Girone C dice sempre più Grecia e Turchia: entrambe le formazioni sono appaiate in testa alla classifica e a punteggio pieno e anche l'altro ieri non si sono fatte pregare. I campioni in carica hanno battuto in trasferta e con un perentorio 0-4 la Bosnia, i turchi invece hanno strapazzato la Moldova con un secco 5-0; in tre partite non hanno ancora subito gol mostrando un'ottima condizione, cosa che non può dirsi della deludentissima Ungheria battuta a La Valletta da Malta per 2-1: Shembri è l'eroe locale, autore di una doppietta.

La Repubblica Ceca tira il fiato in Irlanda pareggiando 1-1 con Koller che ha replicato a Kilbane e la Germania ne approfitta per sbuffargli alle spalle: i tedeschi nel Gruppo D sono secondi anche se a punteggio pieno e nella sfida di mercoledì hanno vinto senza troppi complimenti in terra slovacca per 1-4 (doppietta di Podolski). Il Galles finalmente vince la sua prima gara e sceglie Cipro come vittima sacrificale.
Il raggruppamento E è il girone dell'equilibrio: ben 4 squadre al primo posto, tutte a 7 punti. Tra queste l'Inghilterra che dopo il mezzo passo falso contro la Macedonia, naufraga in Croazia perdendo la partita e la faccia, anche a causa di una clamorosa papera di Robinson. Ma in vetta, come detto, vi sono anche la Macedonia, vincente senza problemi in Andorra, e Israele, a riposo. Prima vittoria poi per Guus Hiddink che con la sua Russia vince il derby contro l'Estonia a sale quota 5 punti.

Dopo lo scivolone iniziale contro l'Islanda, vittoriosa a Belfast, l'Irlanda del Nord sta stupendo l'Europa tutta: contro la Lettonia vince 1-0 e sale così a 7 punti nel Gruppo F. Seconda piazza per i britannici insieme alla Danimarca, vittoriosa in Liecthnestein, e dietro alla sempre più capolista Svezia, ora distante 5 punti dalle inseguitrici; i gialloblu hanno vinto non senza sudare a Reijkavyk e hanno consolidato la loro leadership. La Spagna, a riposo, ha assistito preoccupata.

Infine il Girone G, quello dell'Olanda, nazionale in discreta forma che ha battuto 2-1 l'Albania grazie all'ennesimo gol di Van Persie. Gli orange ora guidano il raggruppamento, inseguiti dalla Bulgaria che con uno striminzito 0-1 ha espugnato il Lussemburgo. Sempre per questo girone s'è poi giocata Bielorussia - Slovenia, con gli ex sovietici vittoriosi per 4-2.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: