Cavani squalificato per tre giornate, sfuma il sogno classifica cannonieri

Edinson Cavani è stato squalificato dal giudice sportivo per tre giornate, per l’attaccante uruguayano è finita la stagione.


Edinson Cavani è stato squalificato per tre giornate e deve dire addio ai suoi sogni di gloria, per quest’anno dovrà rinunciare alla classifica dei cannonieri visto che la stagione per lui può dirsi conclusa. L’attaccante era stato espulso per doppia ammonizione nel corso della partita persa dal Napoli contro il Lecce, evidentemente però le sue proteste non sono state tanto pacate se alla fine si è arrivati ad una sanzione così dura. Lo confermano anche le motivazioni comunicate dal giudice sportivo, il napoletano è stato punito per avere “al 29° del secondo tempo, all’atto della seconda ammonizione, rivolto all’arbitro, battendogli per due volte la mano sulla spalla, un ironico e irriguardoso apprezzamento”.

La notizia della squalifica dell’uruguayano è stata comunicata a Aurelio De Laurentiis dai giornalisti nel corso della presentazione del libro “Napoli, passione azzurra”. Le reazione del presidente partenopeo non è stata affatto conciliante e ha promesso battaglia al fine di ottenere uno sconto della pena: “Cavolo, sono molto dispiaciuto, significa che salterà pure la prima gara dell’anno prossimo. Ma è sempre Tosel? Beh, domani per fortuna c’è la riunione in Lega, mi sentiranno. Mi arrabbio quando vedo che c’è diffidenza verso i napoletani. Le mie lotte in Lega, anzi le mie risse in Lega, sono famose perchè lo sapete che per loro c’è il Nord, c’è il Nord, e c’è sempre il Nord. Noi diciamo che Napoli è la quarta forza del campionato, ma sappiate che alle altre società mica fa piacere questa cosa. Anzi, sono incazzati”. Vedremo se alla fine riuscirà a spuntarla.

Tornando alle decisione del giudice sportivo, la prova tv ha scagionato Armin Bacinovic del Palermo che nel corso dell’incontro con il Bari aveva colpito un avversario. Sono stati inoltre suqalificati, tutti per un turno, i seguenti calciatori: Gabriele Angella (Udinese), Daniele Corvia (Lecce), Davide Lanzafame e Alessandro Diamanti (Brescia), Giandomenico Mesto (Genoa), Christian Brocchi, Andrè Dias e Libor Kozak (Lazio), Kevin Prince Boateng (Milan), Albin Ekdal (Bologna), Milos Krasic e Claudio Marchisio (Juventus) Daniele Mannini e Reto Ziegler (Sampdoria), Giuseppe Mascara (Napoli).

I Video di Calcioblog