Andrea Pirlo frena sul suo trasferimento alla Juve

Andrea Pirlo si racconta in una lunga intervista concessa al Corriere della Sera, il centrocampista parla del suo futuro e delle voci di mercato che lo riguardano.


Le voci di mercato volevano Andrea Pirlo già con un piede a Torino, addirittura erano circolati i primi dettagli relativi al contratto che lo avrebbe legato ai colori bianconeri. Secondo il diretto interessato non c’è invece niente di vero, il giocatore del Milan ha parlato del suo futuro in una lunga intervista concessa al Corriere della Sera, smentendo di fatto tutto quello che è stato detto negli scorsi giorni. Di sicuro non c’è niente, se non la sua disponibilità a proseguire l’avventura con i nuovi campioni d’Italia:

“Com’è la mia situazione contrattuale? Non lo so. In questi giorni parlerò con Galliani e poi decideremo. Per fare le cose bisogna essere in due. Se ci sono i presupposti, se loro sono contenti, io sono contento di rimanere. Al Milan farei altri dieci anni. Ora che hanno fatto tutte le loro cose, è giusto che ci facciano sapere quali intenzioni hanno. Ognuno poi è libero di fare le proprie scelte. Se non ci sarà più spazio per noi della vecchia guardia, nessun problema. Non ha senso rimanere qui a tutti i costi”.

Il centrocampista ci tiene però a mettere in chiaro un aspetto e cioè che non si sente affatto un calciatore avviato verso il tramonto, non potrebbe essere altrimenti visto che ha appena 32 anni:

“Vengo considerato uno della vecchia guardia ma ho due o tre anni in meno degli altri che hanno il contratto in scadenza. Mi sento ancora giovane, mi sento di fare altri 3-4 anni ad alto livello. Sono sicuro di quello che dico. Per questo un solo anno in più di contratto non avrebbe senso”.

Pirlo etichetta come false tutte le notizie che lo vogliono ormai un giocatore della Juve, non c’è stato nessun contatto con i bianconeri, anche perché altrimenti non avrebbe senso parlare di incontri con il Milan per discutere il suo rinnovo. Allo stesso tempo però non chiude le porte ad un eventuale trasferimento, a Milano è stato bene ma se non dovesse trovare spazio cambierebbe aria senza timore:

“Traditore se andassi alla Juve? E perché? A volte i matrimoni finiscono e in questo caso non sarebbe colpa di nessuno. Io mi sono sempre comportato bene, perché dovrei essere un traditore? Io al Milan sto benone. Mi dispiacerebbe andarmene dopo tanti anni. Dieci anni sono tanti, però non posso rimanere senza giocare, quindi se il Milan non mi rinnova il contratto dovrò andare da qualche altra parte. All’Inter però non credo tornerei, anche per una forma di rispetto nei confronti dei milanisti. E poi che accoglienza riceverei? Meglio evitare. Però non ci sarebbe niente di male”.


Il centrocampista azzurro conferma anche l’interessamento da parte di alcune società arabe, ma è deciso quando afferma che per il momento non vuole lasciare l’Europa:

“Offerte arabe? Si, ci sono stati degli incontri ma non è il momento di andare da quelle parti. Io voglio ancora vincere trofei importanti. È giusto rimanere qui in Europa”.

Un ultimo pensiero lo rivolge al suo ex allenatore Leonardo, al contrario di altri suo colleghi rossoneri Pirlo racconta di avere ancora un ottimo rapporto con il brasiliano con il quale si sente spesso telefonicamente.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Calciomercato Milan

Tutto su Calciomercato Milan →