Vuoi diventare un campione? Impara a simulare

E’ più o meno questo il concetto espresso da Mauro German Camoranesi, campione del Mondo finito in Serie B con la sua squadra di club. Sì perché secondo quanto dichiarato dall’oriundo bianconero. saper simulare é sintomo di maggiore abilità nel gioco del calcio. A chi gli fa notare che fuoriclasse del passato come Alfredo Di

di

E’ più o meno questo il concetto espresso da Mauro German Camoranesi, campione del Mondo finito in Serie B con la sua squadra di club.
Sì perché secondo quanto dichiarato dall’oriundo bianconero. saper simulare é sintomo di maggiore abilità nel gioco del calcio.
A chi gli fa notare che fuoriclasse del passato come Alfredo Di Stefano si vergognavano ad esultare dopo un calcio di rigore realizzato, perché si trattava di una situazione troppo vantaggiosa, il buon Mauro risponde:

“Io sono d’accordo con i simulatori, perché il pallone è fatto anche di furbizia. Io mi sono tuffato anche quando giocavo in strada. La furbizia è un’arma: se l’arbitro lo è più di te, ti caccia. Finita lì. Tutti i grandi giocatori erano furbi”.
Via | Goal.com

I Video di Blogo

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”