Serie B: in cima vincono tutte!


Ottava giornata di Serie B e, come al solito, tante emozioni sui campi cadetti. Come accennato nel titolo in vetta persiste il Genoa di Gasperini che raccoglie al Ferraris gli ennesimi 3 punti grazie a una partita a tratti entusiasmante: contro il Cesena, squadra di valore, i rossoblu hanno vinto con un rocambolesco 4-3 frutto dei gol di Sculli, Greco e, due volte, di Adailton (nella foto); per la squadra di Castori invece non sono bastati Salvetti, Lazzari e Papa Waigo.
Fuga dei liguri? Più o meno anche perché l'inseguitrice numero uno adesso si chiama Napoli. I partenopei hanno vinto contro il Crotone che ormai è in crisi profonda; autore del gol vittoria è stato Calaiò che ha messo dentro di testa un cross perfetto di De Zerbi.

Dietro Genoa e Napoli si sgomita poi per un posto nei playoff. A quota 14 stazionano il Bari di Maran, vincente contro il Treviso grazie a Santoruvo e Carrus, e il Rimini che nell'anticipo di venerdì ha battuto un Brescia ultimamente impalpabile (Jeda e Barusso gli artefici del 2-0).
Un punto in meno per Piacenza e Bologna, due emiliane che potranno dire molto in questo campionato. I piacentini hanno espugnato Frosinone con un gol su punizione di Degano, i felsinei hanno vinto invece sul difficile Martelli di Mantova grazie ai gol di Bellucci e Della Rocca.

Altra emiliana vittoriosa è stata poi il Modena che s'è sbarazzato del Lecce di Zeman grazie all'aiuto di Benussi (papera clamorosa per l'estremo difensore salentino) e soprattutto di Colacone, autore di una doppietta. I canarini hanno fatto così un bel passo in avanti in graduatoria perché, a parte le prime, tutte le squadre della fascia medio-alta della classifica hanno perso.
Tra queste anche la Triestina che sul proprio campo ha ceduto alla Juve, sempre penultima ma in compagnia del Pescara e non più in negativo; per i bianconeri è bastato, come a Treviso, un gol di Cristiano Zanetti per domare gli alabardati che, tuttavia, hanno avuto da protestare per un gol non convalidato.
Infine due pareggi: sul pantano di Arezzo gli amaranto hanno pareggiato 1-1 contro lo Spezia, gol di Volpato e Saverino su rigore, mentre a Pescara un Vicenza sprecone non ha saputo andare oltre lo 0-0 contro una squadra, quella di casa, davvero inesistente.

Il posticipo di domani sera vedrà opposte al Bentegodi di Verona, l'Hellas contro l'Albinoleffe.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: