Roberto Rosetti segue Collina, sarà il capo degli arbitri in Russia

Dopo un anno di lavoro come responsabile della Can B, Roberto Rosetti lascia l’Italia per volare a Mosca: sarà il responsabile di tutti gli arbitri del campionato russo.


Dopo solo un anno di lavoro come responsabile dei fischietti della Can B, Roberto Rosetti lascia per tuffarsi in una nuova avventura professionale. L’ex arbitro torinese si appresta a diventare il capo di tutti gli arbitri della Premier League Russia, un campionato che si appresta a vivere profonde modifiche strutturali in un paese che avrà il compito e l’onere di organizzare i mondiali del 2018. Un incarico del tutto simile a quello che sta svolgendo un altro italiano, Pierluigi Collina, che in Ucraina si sta occupando della formazione degli arbitri in parallelo al suo compito di designatore della Uefa.

L’esperienza di Rosetti in Can B è stata, secondo gli addetti ai lavori, abbastanza soddisfacente. Le prestazioni dei suoi arbitri sono state soddisfacenti e alcuni giovani sono maturati e pronti per il grande salto in Serie A, in particolare Doveri di Roma e Guida di Torre Annunziata. Dal trasferimento a Mosca ne trarrà ovviamente beneficenza anche il suo conto in banca, passare dal ruolo di designatore in Italia a quello di responsabile in Russia dovrebbe garantire infatti uno stipendio nettamente più alto. Alla base di questa scelta di sicuro c’è la voglia di mettersi in discussione accettando un ruolo di primo piano, se fosse stata solo una questione economica Rosetti avrebbe accettato già la precedente proposta arrivata dal Canada, pare fosse un’offerta di 2 milioni di dollari per tre anni.

La sua partenza obbliga il mondo arbitrale italiano a ridisegnare le gerarchie. Il suo posto di designatore per la Can B dovrebbe essere preso da Stefano Farina, già responsabile degli arbitri di Lega Pro. Lo stesso Farina però potrebbe addirittura essere protagonista di un doppio salto e approdare direttamente in Can A se Stefano Braschi non dovesse essere confermato, ma non sembra molto probabile. Alla Can Pro infine i favoriti sembrano essere Domenico Messina e Emidio Morganti che con quest’anno dovrebbe aver chiuso con l’arbitraggio per raggiunti limiti d’età e non dovrebbero esserci proroghe.