Ferguson strappa il portierino alla Fiorentina, Corvino non ci sta

Pierluigi Gollini, baby portiere (di cui se ne parla molto bene) è stato acquistato dal Manchester United. Corvino attacca il club inglese

di antonio


Non è la prima volta per il Manchester United. Quando i Red Devils, con un blitz in Italia, si accaparrarono le prestazioni dell’allora quindicenne Federico Macheda, Claudio Lotito parlò di “scippo”.

Adesso è toccato a Pantaleo Corvino, direttore sportivo della Fiorentina, insorgere contro i metodi del club inglese. L’oggetto del contendere è Pierluigi Gollini, sedicenne baby portiere (di cui se ne parla molto bene) che militava nella società toscana. Il portiere era stato strappato alle concorrenti dai Giovanissimi Nazionali della Spal e portato a Firenze dal direttore sportivo in persona. La reazione di Corvino, ripresa dal Corriere dello Sport, è molto dura:

“Il Direttore Sportivo Pantaleo Corvino, preso atto delle dichiarazioni del giocatore Pierluigi Gollini e sorpreso da questa decisione, coglie l’occasione per ringraziare i calciatori Fazzi, Madrigali, Capezzi, Bernardeschi e Lezzerini che hanno, di contro, scelto di confermare il loro legame con la Società Viola, non lasciandosi incantare dalle false sirene inglesi degli ultimi giorni. Perché dati alla mano su circa 150 giocatori che hanno scelto di andare a giocare nei club oltremanica, NESSUNO e sottolineo NESSUNO è riuscito a emergere nelle loro rispettive prime squadre. Il ringraziamento va quindi allargato anche alle famiglie dei giovani atleti che hanno preferito mantenere saldo, per la valorizzazione dei loro ragazzi nel territorio italiano, il rapporto con una Società come l’ACF Fiorentina che da anni crede nel nostro modello, impegnandosi nella realizzazione di quel percorso di crescita sportiva e umana, che consente a una giovane promessa di diventare un calciatore di alto livello. Come i fatti dimostrano”.