Processo Calcioscommesse: le richieste di condanna di Palazzi

Nel processo iniziato oggi il procuratore federale chiesto condanne e penalizzazioni per giocatori e squadra coinvolte nel calcioscommesse

di


Nel processo iniziato oggi a Roma il procuratore federale Palazzi ha chiesto condanne pesanti per i tanti protagonisti dello scandalo calcioscommesse. Per quanto riguarda i giocatori il più penalizzato è Marco Paoloni, portiere del Benevento, che in caso di condanna potrebbe dire “chiusa” la sua carriera da calciatore (5 anni di squalifica). Stessa cosa anche per Cristiano Doni che, vista l’età, difficilmente potrebbe giocare dopo i 3 anni e sei mesi chiesti dall’accusa.

Sono coinvolte anche tante squadre con penalizzazioni che comunque considerano la non responsabilità diretta nelle combine delle partite (a cui evidentemente Palazzi crede). L’Atalanta non perde la Serie A, ma dovrebbe partire con 7 punti di penalizzazione. L’Ascoli ne dovrebbe scontare 6 in Serie B, l’Alessandria e il Ravenna sarebbero retrocesse dai campionati di competenza, il Benevento -14, ma ci sono anche i 9 della Cremonese (proprio grazie all’iniziativa dei suoi dirigenti partì l’intera inchiesta) e i 4 del Piacenza.

Capitolo patteggiamenti. Il Chievo, coinvolto nella vicenda non per le telefonate in cui alcuni indagati sostenevano che i giocatori clivensi fossero disponibili a combinare partite ma per il tesseramento di Bettarini in un ruolo societario minore, pagherà 80 mila euro di multa chiudendo la faccenda per sempre. Lo stesso Stefano Bettarini ha patteggiato 14 mesi di squalifica mentre il tecnico Gianfranco Parlato ha avuto 3 anni. A Claudio Furlan del Portogruaro sei mesi di squalifica, a Federico Zaccanti (Virtus Entella) un anno, a Ivan Tisci un anno, a Mauro Gibellini (Ds Verona) cinque mesi e 10 mila euro di ammenda e a Gianluca Tuccella (Cus Chieti, calcio a cinque) tre anni.

Dopo il continua la lista completa delle richieste di condanna di Palazzi per tesserati e società.

Le Squadre

    Atalanta: -7 punti in serie A
    Ascoli: – 6 punti in serie B più 90 mila euro di ammenda
    Alessandria: retrocessione all’ultimo posto del campionato di competenza
    Benevento: 14 punti di penalizzazione da scontare nel 2011-12 più 30 mila euro d’ammenda
    Ravenna: esclusione dal campionato di competenza più 50 mila euro d’ammenda
    Virtus Entella: 40 mila euro di ammenda
    Sassuolo: 50 mila euro d’ammenda
    Reggiana: 2 punti di penalizzazione da scontare nel 2011-12
    Piacenza: 4 punti di penalizzazione da scontrare nel campionato 2010-11, più 50 mila euro d’ammenda
    Cus Chieti: 1 punto di penalizzazione più 4.500 euro di ammenda
    Cremonese: 9 punti di penalizzazione da scontare nel 2011-12 più 30 mila euro d’ammenda
    Pino Di Matteo: 12 punti di penalizzazione da scontare nel 2011-12 più 1.600 euro d’ammenda Portogruaro: 50 mila euro d’ammenda
    Verona: 50 mila euro d’ammenda
    Esperia Viareggio: 1 punto di penalizzazione da scontare nel 2010-11
    Spezia: 1 punto di penalizzazione da scontare nel 2011-12
    Taranto: 1 punto di penalizzazione da scontare nel 2011-1

I Tesserati

    Marco Paoloni (Benevento): 5 anni di squalifica più preclusione, più 5 anni di squalifica in continuazione
    Cristiano Doni (Atalanta): 3 anni e 6 mesi di squalifica
    Thomas Manfredini (Atalanta): 3 anni di squalifica
    Giuseppe Signori (tecnico): 5 anni di squalifica più preclusione, più 1 anni e 6 mesi di squalifica in continuazione
    Massimo Erodiani (giocatore calcio a 5): 5 anni di squalifica più preclusione, più 8 anni di squalifica in continuazione
    Vincenzo Sommese (Ascoli): 5 anni di squalifica più preclusione, più 2 anni di squalifica in continuazione
    Antonio Bellavista (tecnico) : 5 anni di squalifica più preclusione, più tre anni e 6 mesi di squalifica in continuazione
    Giorgio Buffone (ds Ravenna): 5 anni di squalifica più preclusione, più tre anni e 3 mesi di squalifica in continuazione
    Mauro Bressan (tecnico): 5 anni di squalifica più preclusione, più 6 mesi di squalifica in continuazione
    Carlo Grevasoni (Piacenza): 5 anni di squalifica più preclusione, più 1 anno di squalifica in continuazione
    Gianni Fabbri (presidente Ravenna): 5 anni di inibizione più preclusione
    Nicola Santoni (tecnico Ravenna): 5 anni di squalifica più preclusione
    Daniele Deoma (tecnico): 1 anno e 9 mesi di squalifica
    Giorgio Ventroni (presidente Alessandria): 5 anni di inibizione
    Leonardo Rossi (tecnico Ravenna): 3 anni di squalifica
    Antonio Ciriello (vicepresidente Ravenna): 4 anni di inibizione
    Daniele Quadrini (Sassuolo): 1 anno di squalifica
    Davide Saverino (Reggiana): 3 anni di squalifica.

Ultime notizie su Calcioscommesse

Tutto su Calcioscommesse →