Roma, si presenta Stekelenburg: “Felice ed entusiasta della scelta”

Maarten Stekelenburg, nuovo portiere della Roma, si è presentato alla stampa: queste le prime parole dell’olandese


Due mondiali e un europeo (con tanto di medaglia d’argento in Sudafrica, da protagonista), più di 250 partite ufficiali con la maglia dell’Ajax e una quarantina con quella Orange dell’Olanda: sì, Maarten Stekelenburg è uno dei migliori al mondo, ha 29 anni e la Roma spera di tenerselo stretto per tanti, tanti anni. Per il momento ci sono parole al miele, sviolinate vicendevoli e la grande voglia di fare bene: non ce ne voglia il buon Kameni dell’Espanyol, pare proprio che la Roma abbia definitivamente risolto il problema portiere, almeno per i primi 4-5 anni. Così oggi Stekelenburg, moglie da urlo e faccia sbarazzina, ha pronunciato le prime parole ufficiali da nuovo estremo difensore dei giallorossi:

“Sono molto felice e orgoglioso di essere qui. La Roma era tutto quello che desideravo, e poi si sono fatti vivi molto presto con me (pare il primo contatto sia di aprile, ndr). Non vedo l’ora di iniziare la prossima stagione e poi anche quelle a venire. C’è un piano sportivo di cui il tecnico è molto coinvolto e che adesso ha coinvolto anche me. Sono arrivato qui lo scorso weekend, ho conosciuto Luis Enrique, mi ha spiegato come vuole che giochi. Poi ho parlato con Tancredi e oggi ho fatto il primo allenamento. Il mio obiettivo è sempre stato vincere. Il mio pollice sinistro? Sono stato fuori solo due-tre mesi, non quattro come hanno scritto i giornali. E ora sto molto meglio. Sono qui non solo per merito mio, ma soprattutto del mio staff e del mio manager. Numero? Avrò il 24 perché è il giorno in cui è nato mio figlio. I miei modelli? Van der Saar è un grande numero uno, in Italia mi piace Buffon”.

Queste in sintesi le parole più significative del portiere olandese; prima e dopo ci ha tenuto a parlare il ds romanista Walter Sabatini: “Abbiamo risolto il problema portiere alla Roma per diversi anni, era la nostra prima scelta. Voglio comunque ringraziare il giocatore: senza la ferrea volontà di Maarten non saremmo riusciti a portarlo qui“. Due paroline in merito le spreca anche Luis Enrique: “Con questo acquisto continuiamo a lavorare all’idea di prendere giocatori che aumentino il livello della squadra. Faramo in modo che Maarten si integri subito con la squadra“. Sarà davvero interessante vedere Stekelenburg all’opera nel nostro campionato: la Roma, ma non è la sola, sta facendo un mercato molto particolare e intrigante.