Guardia di Finanza a casa di Inter e Milan

Guardia di Finanza Non c'é pace per il calcio italiano. Dopo Calciopoli, Intercettopoli, Passaportopoli e via discorrendo, é notizia di questi giorni che la Guardia di Finanza, su ordine del pm Carlo Nocerino ha acquisito carte e documenti nelle sedi di Milan e Inter nell'ambito dell'inchiesta su presunte irregolarità nei bilanci tra il 1999 e il 2003.

Al magistrato intanto è stata anche consegnata una perizia sui criteri valutativi con cui era stato determinato il valore di alcuni calciatori inserito nei bilanci delle due società di calcio. Il valore secondo l'accusa sarebbe stato infatti gonfiato.

L'obiettivo dell'indagine é quello di completare il quadro accusatorio in vista degli interrogatori degli indagati programmati per le prossime settimane.

Saranno sentiti Adriano Galliani, amministatore delegato del Milan, Rinaldo Ghelfi e Mauro Gambaro legali rappresentanti dell'Inter.

Da tempo i loro nomi sono nel registro degli indagati con l'accusa di falso in bilancio e frode fiscale.

L'inchiesta milanese era stata aperta dopo l'arrivo da Roma dell'esposto del patron del Bologna Giuseppe Gazzoni Frascara che aveva portato all'iscrizione nel registro degli indagati per falso in bilancio del presidente giallorosso Franco Sensi e dell'ex numero uno della Lazio Sergio Cragnotti.

La situazione delle squadre milanesi è diversa da quella di Roma e Lazio, dal momento che Milan e Inter non sono quotate in Borsa. Per le società non quotate il reato è contestabile solo su querela da parte di azionisti che almeno per adesso per Milan e Inter non c'è e che difficilmente ci sarà.

Mentre l'accusa di frode fiscale potrebbe essere stata sanata dal condono, al quale, per esempio, Milan e Inter aderirono nel 2003 versando un importo complessivo di 4 milioni 202 mila euro i rossoneri e circa 70mila euro i nerazzurri.

La procura deciderà cosa fare all'esito degli interrogatori degli indagati, ma l'intera vicenda è comunque a fortissimo rischio di prescrizione.

Via | TendenzeOnLine

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: