Tutto esaurito per Napoli-Juventus

Non è una novità che il pubblico napoletano, nei grandi eventi si stringe intorno alla squadra.
Non è neanche una novità che quando gioca la Juventus al San Paolo lo stadio sia tutto esaurito.
La novità è che questo big match si gioca in serie B per la prima e quasi sicuramente per l’ultima volta.
Mai la serie B era stato un campionato così interessante e se solo qualche anno fa qualcuno parlando di calcio avesse previsto un Napoli-Juventus in serie B sarebbe stato immediatamente ricoverato in manicomio.
Come è giusto che sia, questa partita sarà il posticipo, e si giocherà di notte, come quelle due sfide del 1989 in coppa Uefa e come le ultime due sfide in serie A quelle del campionato 2000-2001.
Per quanto riguarda l’ordine pubblico, sarà di sicuro una situazione difficile, sperando che il tutto resti sotto controllo.
Di sicuro, chi conosce l’ambiente del San Paolo sa che buona parte dei biglietti saranno in mano ai bagarini e che nel prepartita questi andranno alla ricerca, di qualche juventino “infiltrato” giunto a Napoli nel pomeriggio disposto a pagare un biglietto cinque volte tanto.
Insomma lunedì si gioca Napoli-Juventus, con tutto quello che circonda questa gara, come ai tempi di Maradona e Platini o come ai tempi di Sivori, Altafini e di “Totonno” Juliano.
Le ultime vicende legate all’arbitrato hanno avvicinato ulteriormente le due formazioni in classifica e qualora la Juventus stasera dovesse battere il Brescia le due formazioni sarebbero quasi incollate in vista della sfida di lunedì.
Se ancora ce ne fosse bisogno la partita si caricherebbe ancora di ulteriore pathos.
Di sicuro questa gara sarà più importante per il Napoli e arriva in un momento sbagliato, dopo la sconfitta di Bergamo.
La squadra partenopea è in cerca di conferme e questa può essere la prova del nove per Eddy Reja.
Di sicuro lunedì ci sarà aria di serie A.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: