Massimo Ficcadenti è il nuovo allenatore del Cagliari

Massimo Ficcadenti è il nuovo allenatore del Cagliari, l’ex Cesena sostituisce Roberto Donadoni alla guida dei rossoblu.


Dopo nove mesi esatti finisce il regno di Roberto Donadoni, il nuovo allenatore del Cagliari è Massimo Ficcadenti. L’ex Cesena ha firmato oggi un biennale dopo l’inattesa rottura con l’ex ct della nazionale. Dopo la salvezza raggiunta in Romagna, Ficcadenti dovrà provare a ripetersi anche in Sardegna. Nella conferenza stampa di presentazione non c’è stato spazio per dichiarazioni altisonanti, piuttosto il nuovo allenatore ha fatto capire subito che ci sarà tanto da lavorare e ha illustrato quelli che saranno i dettami tattici:

“Ho accettato l’offerta del Presidente Cellino perchè non la considero una scommessa, ma piuttosto una sfida: per è una grande opportunità con a disposizione un’intelaiatura di base che fa del Cagliari una buona squadra. Conosco bene Cossu e Nainggolan per averli allenati, ma per ovvi motivi conosco molto bene anche il resto della compagine. È stata una trattativa veloce, iniziata nella serata di giovedì scorso. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, giocheremo con la difesa a 4 e il centrocampo a 3; davanti, vedremo…”.

Ficcadenti è cosciente che il mercato dei rossoblu è ancora aperto e che qualche pedina manca ancora al suo scacchiere, l’obbiettivo è comunque quello di fare qualcosa in più di una semplice salvezza stiracchiata:

“Dobbiamo pensare che si gioca per il Cagliari ed essere professionisti. Capisco che la squadra avrà subito lo scossone per il cambio di allenatore, ma dobbiamo pensare solo a lavorare. Il Cagliari da anni si salva in anticipo e poi cala nel finale. Io sono d’accordo col presidente, che vuol vedere la squadra giocar bene e arrivare il più in alto possibile”.

I tifosi del Cagliari possono comunque ben sperare, il calendario nelle prime due giornate ha riservato alla loro squadra i campioni d’Italia del Milan in casa e poi subito una trasferta a Roma contro i giallorossi alla seconda giornata. Lo stesso capitato l’anno scorso al Cesena, anche se a impegni invertiti: Ficcadenti riuscì a stupire tutto conquistando quattro punti su sei, chissà che la storia non sia destinata a ripetersi.