Mercato: dopo Eto’o l’Anzhi ora tenta Dani Alves, l’Inter tutta su Forlan

Eto’o è ormai dell’Anzhi (che tenta pure Dani Alves): l’Inter punta allora Forlan, più difficile Tevez


L’Anzhi Makhachkala è pronta a tuffarsi in una nuova trattativa: tempo al tempo, tra domani e martedì arriverà l’ufficialità di Samuel Eto’o in Daghestan (ben noti i termini dell’accordo: 20,5 milioni netti all’anno per tre anni al camerunese, 25 milioni di euro più bonus all’Inter che, compreso l’ingaggio del giocatore, avrà completato un’operazione da circa 90 milioni di euro), quindi sarà la volta di volare a Barcellona da Dani Alves e dal suo club, il Barcellona. I russi, che sperano di ingranare la giusta marcia in campionato (si spera di schierare Eto’o già sabato prossimo contro il Rostov), hanno pronta un’offerta più che succulente: 40 milioni ai blaugrana, 15 milioni netti al brasiliano, che laggiù troverebbe anche Roberto Carlos a facilitargli l’ambientamento.

Ma l’uragano Anzhi, oltre a rimpinguare le casse (fino ad ora solo) dell’Inter ha anche aperto numerosi scenari in seno al club nerazzurro: senza il suo uomo simbolo (che ha firmato venerdì scorso e si è congedato con un sibillino “grazie, grazie a tutti, tiferò sempre Inter e mi raccomando una cosa: vincete anche senza di me“), chi guiderà l’attacco interista? Oggi l’ultima amichevole internazionale a Ginevra contro l’Olympiacos, domenica sarà già campionato (al Meazza arriva il Lecce): urge comprare. E tutti gli indizi portano a un solo nome: Diego Forlan. L’uruguaiano è sul mercato e costa poco, piace a Moratti e lancia messaggi al miele verso l’Italia. Anche il padre cerca di avallare la buona riuscita, per di più fulminea, dell’operazione:

“Mi piacerebbe ve­derlo all’Inter perché è una grande squadra. Il suo agente sta negoziando a Milano e Diego aspetta an­sioso che si risolva questa situazione. Però, come tut­ti sappiamo, dobbiamo ve­dere che si risolva questo “triangolo” con Eto’o, se si conclude questo affare è praticamente quasi sicuro che Diego finisca all’Inter. Al­l’Inter Diego starà benissi­mo perché giocherà con i suoi migliori amici, come Esteban Cambiasso e il fratello calcistico Diego Milito. L’Atletico? Là Diego è in­felice: lui si è comportato da professionista, ma il club non si è comportato bene. Se mio figlio non gio­cherà nell’Inter lo farà in un’altra società ma non so quale, però il suo ciclo a Madrid è finito”.


A Madrid c’è Claudio Vigorelli, ben noto procuratore di Samuel Eto’o che ora sta aiutando l’Inter quale intermediario nell’affare Forlan; tuttavia la questione attaccante non può lasciar dormire sonni tranquilli a Branca e Moratti: va bene il fair play finanziario, ma urge trovare, e subito, una punta da affiancare a Pazzini e Milito. O perché no due. Infatti oltre al nome, caldissimo, di Forlan da tempo l’Inter è su Carlos Tevez; Mancini però non molla: da Milano insistono per un prestito oneroso con diritto di riscatto, il City vuole il cash (non meno di 40 milioni di euro). Come andrà a finire è facilmente prevedibile: alla Pinetina arriverà Forlan, Tevez rimarrà a Manchester.

Ultime notizie su Calciomercato Inter

Tutto su Calciomercato Inter →