Il Napoli si lecca le ferite dopo Barcellona: la sconfitta può servire da lezione

Le parole dei partenopei dopo il 5-0 rimediato dal Napoli contro il Barcellona: parlano Paolo Cannavaro, Edinson Cavani, Walter Mazzarri e Aurelio De Laurentiis.


La sconfitta contro il campioni d’Europa del Barcellona potrebbe lasciare segni molto profondi nel morale del Napoli, quando ormai manca pochissimo all’inizio della Champions League, competizione che ritrova la squadra partenopea dopo molti anni. Oggi la squadra è tornata ad allenarsi a Castelvolturno e i protagonisti della pesante sconfitta hanno parlato a freddo della serata al Camp Nou. Non potevano mancare le parole del capitano, Paolo Cannavaro non sembra preoccupato più di tanto, pur ammettendo i tanti errori della squadra, e prova a essere ottimista:

“Stiamo finendo la preparazione, sappiamo che loro sono campioni e cercheremo di migliorare. Abbiamo sbagliato tantissimo. Non penso che vi saranno delle ripercussioni: peggio di così non può andare, dobbiamo continuare sulla nostra strada”.

Abbastanza tranquillo anche Walter Mazzarri che addirittura vede qualche nota positiva nella prestazione dei suoi e non nasconde il suo rammarico per il bel gol annullato a Cavani:

“Non temo contraccolpi. Questo risultato non condizionerà il nostro lavoro e ci servirà in vista della Champions. Siamo stati in partita all’inizio e pure bene. Ma appena è calata un po’ l’intensità del nostro pressing è venuta fuori la qualità del Barça: una squadra di fenomeni e dalla determinazione feroce, tra l’altro più avanti di noi nella preparazione. Dobbiamo imparare da questi campioni. Ho fatto i complimenti a Guardiola. E poi il Camp Nou mette apprensione. Non siamo stati il solito Napoli, eravamo contratti. Peccato solo per il gol annullato a Cavani, dopo un’azione delle nostre”.


Proprio l’attaccante uruguayano sembra essere quello più dispiaciuto per la sconfitta rimediata in Spagna:

“Sono molto amareggiato, è normale. Non è mai bello perdere in questa maniera, anche se sappiamo quanto vale la squadra di Guardiola. Sapevamo che sarebbe stata una partita dura. Dobbiamo lavorare e crescere. Sarà fondamentale ricominciare subito a vincere, domenica con il Genoa”.

Immancabili anche le parole di Aurelio De Laurentiis, rimasto a Barcellona per visitare le strutture della famosa cantera blaugrana, il presidente non si preoccupa più di tanto e ripesca nella memoria una sconfitta simile dell’Inter in una passata edizione del Gamper. La squadra di Moratti ha continuato a vincere arrivando addirittura a trionfare in Champions League, questo è l’augurio del produttore cinematografico al suo Napoli.

I Video di Blogo

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]