Dilagano gli scandali nel mondo del calcio: partite truccate anche in Corea


Come già accaduto nel nostro campionato e in quello turco, anche la K-League coreana è stata recentemente investita da un grave scandalo relativo ad incontri truccati. La federazione calcistica del paese asiatico ha infatti proposto ieri la squalifica a vita per i quaranta giocatori più coinvolti in un giro di scommesse, lasciando però intendere di essere disposta a prendere in considerazione degli sconti di pena per coloro i quali confesseranno, permettendo alla giustizia ordinaria e sportiva di fare piena luce sulla vicenda.

Già nel giugno scorso altri dieci giocatori, tra i quali anche l'ex attaccante della Nazionale Choi Sung-Kuk, erano stati incriminati per aver accettato denaro da alcuni broker del gioco d'azzardo allo scopo di pilotare alcuni incontri della massima serie. La vicenda, estesasi col passare delle settimane a macchia d'olio, rischia di peggiorare ulteriormente la già non rosea situazione del calcio in Corea Del Sud. Le presenze negli stadi delle sedici squadre della K-League sono infatti in costante discesa nelle ultime tre stagioni, anche per effetto di diversi scandali succedutisi nel tempo, che hanno portato i tifosi ad orientarsi sul baseball.

  • shares
  • Mail