E se Lippi smettesse di allenare?

Ragazzi, tenetevi forte. L’ indiscrezione è di quelle succulente. Marcello Lippi potrebbe smettere di allenare. Come è possibile? Fino a ieri ribadiva che presto lo rivedremo in una nuova avventura su una prestigiosa panchina in Italia o in Europa. E’ però intervenuto un fatto nuovo, ossia il regolamento sull’ attività degli agenti e dei procuratori

Ragazzi, tenetevi forte. L’ indiscrezione è di quelle succulente. Marcello Lippi potrebbe smettere di allenare. Come è possibile?
Fino a ieri ribadiva che presto lo rivedremo in una nuova avventura su una prestigiosa panchina in Italia o in Europa. E’ però intervenuto un fatto nuovo, ossia il regolamento sull’ attività degli agenti e dei procuratori messo a punto dalla Figc con la collaborazione dell’ Antitrust.
La maggiore novità, oltre all’ abolizione dell’ Albo, è quella che prevede l’ incompatibilità tra qualsiasi tecnico o calciatore o dirigente e i parenti di primo e secondo grado. Per effetto di questa nuova norma, non appena il ct riprendesse l’ attività, suo figlio Davide, procuratore ex GEA ed ora in proprio, dovrebbe cambiare lavoro. Dovendo cedere ad altri stelle affermate come Oddo, Chiellini e Brocchi o talenti emergenti come il genoano Criscito. Lippi junior sta già diversificando la propria attività poichè sta entrando nel mondo dell’ abbigliamento, ma dovrebbe lasciare il mondo che gli piace di più e in cui è già molto affermato. Per questo Lippi senior ci sta pensando, non volendo tarpare le ali all’ amato figliolo, per il quale ha lasciato anche la panchina azzurra dopo gli attacchi personali in piena bufera Calciopoli.
Alessandro Moggi invece, e questo è paradossale, potrà sfruttare la squalifica del padre Luciano per continuare. In attesa del processo davanti alla giustizia ordinaria, una spada di Damocle con accuse pesanti come l’ associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva su tutti i rampolli della ex GEA.
Una stortura della nuova normativa che, dopo tutto quello che è venuto a galla, è però indispensabile, financo per alcuni ingiusta, per ridare un po di credibilità al calcio italiano.