Calciomercato, Pandev al Napoli - De Laurentiis: "L'ho preso in un secondo"


Trattativa lampo, Goran Pandev passa dall'Inter al Napoli in prestito oneroso (si parla di 1,5 milioni di euro) senza diritto di riscatto, con parte dell'ingaggio per altro pagata dai nerazzurri. Una vera e propria bomba (per così dire) di mercato che Aurelio De Laurentiis ha commentato con nonchalance:

"Pandev è un guerriero, che ha avuto un momento antipatico nel passato. Poi si è risvegliato con l'Inter, nel Napoli ora lo attrae la possibilità di mettere in bella mostra le sue capacità. Ho preso Pandev in un secondo. Il sorteggio di Champions mi ha esaltato anche perché considero la Champions e l'Europa League come un grande allenamento. Stamattina ho telefonato al mio amico Massimo Moratti e gli ho chiesto se voleva darmi in prestito per un anno Pandev che ha tutti i numeri per convivere con Hamsik, Lavezzi e Cavani. Visto che le gare sono tantissime e che non è impossibile superare il turno di Champions. Il presidente dell'Inter mi ha risposto positivamente e quindi ho chiamato Bigon, che a sua volta ha avvisato il procuratore del giocatore. Io non ho mai parlato di Pandev prima perché dovevo prima vedere che calendario ci trovavamo di fronte e qual era lo stato dei nostri calciatori".

Sorpreso anche il giocatore che stamani non si è allenato alla Pinetina e che dopo la firma ha risposto a singhiozzi alle domande insistenti dei giornalisti:

"Non volevo andare via dall'Inter, però questa del Napoli è un'altra esperienza, l'importante è che io sia felice e infatti sono molto felic. Il Napoli è una grande squadra, giocherò in Champions. Non so bene come sia nata questa trattativa, il Napoli mi voleva anche prima. Non ho ancora sentito i miei compagni".

Questa operazione forse ne smuove altre, probabilmente in casa Inter: Palacio costa 10 milioni di euro e ora Gasperini non intende mollarlo, ma anche il genoano Kucka pare vicino. In casa Napoli invece si fanno i nomi di Bocchetti e Ogbonna per la difesa (anche perché Ruiz sembra sia destinato al Valencia e Britos si è fratturato il piede a Barcellona), ma De Laurentiis smentisce argomentando:

"Bocchetti è napoletano e io ho detto che i napoletani non sono inclini a venire qui. Ogbonna? No, con Cairo non tratto. Tempo fa ebbi una discussione con Cairo per questo giocatore. Finché sarò presidente con Cairo non faccio affari".

  • shares
  • Mail