Video: Di Canio litiga con un suo giocatore, lo Swindon non va

Anche da allenatore Paolo Di Canio non ammorbidisce il suo carattere. Alla fine della partita di Carling Cup persa dal suo Swindon contro il Southampton è stato protagonista di un’accesa discussione con un suo giocatore.

Non è cominciata nel migliore dei modi l’avventura di Paolo Di Canio come allenatore, il suo Swindon dopo cinque turni di League 2 (quarta serie inglese) ha vinto soltanto la prima partita, perdendo tutte le altre. Come se non bastasse ieri è arrivata anche l’eliminazione dalla Carling Cup per mano del Southampton. Alle sconfitte sul campo però potrebbero aggiungersi anche i problemi con lo spogliatoio: dopo il fischio finale infatti è stato protagonista di un battibecco con Leon Clarke, attaccante, e per poco i due non se le sono date.

Il giocatore uscendo dal campo ha avuto un vivace scambio di battute con il preparatore atletico Claudio Donatelli, Di Canio vedendo la scena si è avvicinato a Clarke e gli ha chiesto di uscire dal campo e rientrare negli spogliatoi. La discussione è continuata nel tunnel e secondo alcuni testimoni giocatore e allenatore sono venuti a contatto, con il secondo che è poi ritornato in campo per protesta. Il calciatore è rientrato in seguito e ha lasciato l’impianto da solo, a quanto pare infuriato.

Sull’episodio è intervenuto il presidente del club Jeremy Wray che ha spiegato un po’ quello che è accaduto. A quanto pare a Di Canio ha dato fastidio che si discutesse in campo, per questo ha invitato Clarke a continuare le sue lamentele negli spogliatoi, l’invito non è stato accettato, da lì la tensione fra i due. Wray ha ammesso che sicuramente la situazione poteva essere gestita meglio da parte del tecnico italiano, promettendo comunque un’indagine interna per chiarire le responsabilità di tutte le parti in causa.