Zeman: falsi gli auguri di Moggi


E' tornato e subito ha riempito quel vuoto che quando lui non allena, si apre come una voragine nel nostro sport: il vuoto lasciato dalle parole chiare e delle frasi ineccepibili, senza mezze misure, senza ipocrisia.

Zdenek Zeman ha preso in mano il Brescia e ha ripreso da dove aveva lasciato: una risposta per tutti, qualunque sia la domanda.

Quindi, quando gli è stato chiesto: "Gli auguri arrivati dal 'nemico' Luciano Moggi?", la risposta del Boemo è stata cristallina: "Non li prendo, perche' tanto non sono veri".

Ed è una risposta, chiara e pesante come un macigno anche quella che non lo sembra, data da Zeman alla domanda: "Mazzone ha invece detto che il ritorno in scena di Zeman sarebbe la prova che nel calcio italiano non esiste la mafia.", la risposta, giunta dopo una interminabile pausa di 15 secondi, è stata: "Non commento".

E poi i commenti da copione, ma mai scontati, circa la nuova avventura e sul panorama calcio attuale: la Roma è l'unica vera novità ha detto Zeman, mentre prendere il Brescia in corsa è stato uno strappo alle sue regole, ma curare il giardino in attesa che Valenza (presunto acquirente del Parma, con cui Zeman aveva un accordo), si decidesse, era troppo frustrante...

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: