Il Palermo soffre di vertigini

Con il Parma a riposo, toccava a Palermo e Livorno mantenere alto l’onore della Penisola in Europa. Sul difficile campo di Belgrado, gli amaranto impattano 1-1 contro i padroni di casa del Partizan. E’ stato molto concreto per i livornesi, il rischio di rimanere ancorati a quota zero in classifica, perché nonostante le poche emozioni,

di

Con il Parma a riposo, toccava a Palermo e Livorno mantenere alto l’onore della Penisola in Europa.
Sul difficile campo di Belgrado, gli amaranto impattano 1-1 contro i padroni di casa del Partizan.
E’ stato molto concreto per i livornesi, il rischio di rimanere ancorati a quota zero in classifica, perché nonostante le poche emozioni, la formazione serba sembrava riuscire a portare in porto il vantaggio concretizzatosi al 25simo minuto della ripresa, grazie al goal di Mirosavljevic che raccoglie un lancio in profondità e batte Amelia con un preciso rasoterra alla destra del portiere Campione del Mondo.
Emozioni, poche si diceva ma intense e concentrate nel finale, quando il ventiquattrenne portiere della Nazionale, prima tiene a galla i suoi con un’uscita provvidenziale sui piedi di Lomić che si era liberato di due difensori toscani, poi si erge a protagonista assoluto della serata quando al minuto 87, lascia incustodita la propria porta per andare ad insaccare di testa una punizione di Passoni.
Avvincente la sfida giocata allo stadio “la Favorita” di Palermo, dove i primi della classe della serie A affrontavano gli inglesi del Newcastle.
Dopo il cappotto inflitto al West Ham, si pensava che i rosanero potessero avere la meglio anche sulla formazione dell United.

E invece niente. Una serata stregata. Il Palermo B, si é dovuto inchinare alla forza degli inglesi, ma soprattutto alla sfortuna.
Il risultato finale infatti ha premiato gli ospiti che si sono imposti per 1-0 sfruttando una delle due palle-gol concesse dagli uomini di Guidolin agli avversari e l’incapacita degli avanti rosanero di trasformare in rete l’incredibile mole di gioco creata.
Nella ripresa gli ingressi dei big Simplicio e Di Michele hanno cambiato il volto alla partita, ma il portiere del Newcastle, Krul, e’ salito in cattedra.
Prima Biava, poi Di Michele e Caracciolo si sono visti respingere le loro conclusioni a botta sicura dal giovane portiere 18enne esordiente olandese, che si é meritato una menzione d’onore dal sito dell’UEFA.
Nulla é compromesso, perché il Palermo resta al secondo posto del girone dietro proprio agli inglesi, a punteggio pieno.
Forse l’aria di alta classifica in campionato ha dato un po’ le vertigini ai comunque ottimi rosanero. Peccato che questa caduta si sia verificata proprio con una formazione inglese dopo le dichiarazioni della stampa britannica degli ultimi giorni.
Ma, ne siamo certi, ci sarà modo e tempo di rifarsi.