Ritirata la patente a Khouma El Babacar, quella senegalese non ha validità in Italia

Ritirata la patente a Kouma Babacar, l’attaccante della Fiorentina è stato fermato a Firenze da una pattuglia che gli ha contestato la non validità del documento senegalese nel nostro paese.


Gli eccessi dei calciatori al volante fanno notizia da sempre, ragazzi giovani e ricchi hanno spesso la tendenza a non rispettare il codice della strada alla guida dei loro bolidi, il risultato sono le pesanti sanzioni che spesso gli vengono inflitte. La vicenda capitata Khouma El Babacar è però leggermente diversa, il senegalese non ha infranto nessun limite di velocità, la sua unica colpa è quella di non sapere che la sua patente di guida, ottenuta in Senegal, suo paese natale, non è valida nella comunità europea e quindi neanche nel nostro paese.

I fatti risalgono a dieci giorni fa ma soltanto oggi se n’è avuta notizia: l’attaccante della Fiorentina era alla guida della sua Chevrolet quando una pattuglia della polizia stradale lo ha fermato nel capoluogo toscano su Viale Don Minzoni. Gli agenti, quando hanno constatato la non validità del documento non hanno potuto far altro che decidere per la sospensione di un mese dello stesso. Ora Babacar, se vuole continuare a guidare per le strade di Firenze, non può far altro che iscriversi ad una scuola guida per ottenere una patente valida in Italia. Piccola curiosità, analoga sorte è toccata qualche tempo fa al suo compagno di squadra Stevan Jovetic, anche in quel caso la patente montenegrina non era valida.