Europa League, cambia un avversario dell’Udinese: Celtic al posto del Sion

Udinese, cambio di avversario in Europa League: la Uefa esclude il Sion, al suo posto il Celtic


Una notizia non propriamente bella per l’Udinese: cambia una squadra del Girone I di Europa League dal momento che ieri la Uefa ha deciso di escludere il Sion e di ripescare, al posto degli elvetici, il Celtic Glasgow. Brutta storia per gli svizzeri che avevano battuto gli scozzesi nel doppio confronto di fine agosto: 0-0 oltremanica e 3-1 tra le mura amiche; tuttavia i biancoverdi hanno da subito fatto ricorso (“Il Sion non ha rispettato le regole, ha giocato con tre calciatori comprati quando c’era il divieto di trasferimento” le parole del capitano del Celtc Scott Brown all’indomani della sconfitta) e per il momento l’hanno vinto. Non un bene, come si diceva, per l’Udinese dato che il Celtic è avversario sicuramente più ostico del Sion (anche per la trasferta più lunga e fredda); ricordiamo che le altre squadre nel Girone I sono Atletico Madrid e Rennes.

Ma come mai il club svizzero ha commesso questa incredibile leggerezza? Si deve risalire al 2008 quando la Fifa decretò lo stop per il mercato del club dopo che il portiere egiziano Essam Al Hadari aveva rescisso il suo contratto con l’Al Alhi, secondo il massimo organismo calcistico con lo zampino del Sion che lo indusse a lasciare il club arabo. Questa sospensione dalle sessioni di mercato sarebbe finita nel 2011, così i giocatori comprati non potevano secondo il Celtic giocare in Europa; in realtà il Sion si era rivolto a un tribunale civile e aveva ottenuto una sospensiva che gli permetteva di far giocare i nuovi arrivati. Il presidente della squadra svizzera Christian Constantin ha annunciato che farà ricorso “già da lunedì davanti alla giustizia sportiva ed a quella ordinaria“.

Ultime notizie su Europa League

Tutto su Europa League →