Scudetto 2006: il Tnas si dichiara competente, la Juve spera nella non assegnazione


Con una decisione a sorpresa, il Tribunale Arbitrale dello Sport presso il Coni, si è dichiarato competente ad emettere una sentenza sulla vicenda dello scudetto 2006, per il quale la Juventus aveva chiesto la restituzione dopo i nuovi sviluppi del processo Calciopoli di Napoli, ricevendo però parere negativo da parte della Figc, a causa dell'avvenuta prescrizione. Il Tnas non potrà in ogni caso riassegnare il titolo ai bianconeri, ma discuterà sulla richiesta "che si dichiari non assegnato il titolo di Campione d'Italia per l'anno 2005-2006", mentre si è dichiarato incompetente a decidere sulla "quantificazione, secondo un equo apprezzamento, del diritto soggettivo della Juventus Football Club s.p.a. al risarcimento dei danni patiti e patiendi, patrimoniali e non patrimoniali, causati dai provvedimenti indicati".

Contrariamente a quanto richiesto dalle memorie depositate dalla Federazione e dall'Inter, praticamente indentiche ed entrambe incentrate su un presunto vizio di incompetenza del tribunale (cosa che l'avvocato dei torinesi Briamonte aveva definito "piuttosto singolare"), la questione pregiudiziale è stata dunque risolta a favore dei torinesi. A questo punto le parti dovranno nominare ciascuna un arbitro, che insieme all'esperto nominato dal Tnas, andranno a comporre il terzetto giudicante. Ne conseguirà una sentenza che potrà sancire o meno l'illegittimità dell’atto di assegnazione dello scudetto 2006 (e conseguentemente, della delibera del Consiglio Federale dello scorso 18 luglio), decidendo per la non assegnazione del medesimo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: