Meno grave del previsto l'infortunio di Gilardino, con il Parma via libera a Santiago Silva

alberto gilardino

Tira un sospiro di sollievo Sinisa Mihajlovic e con lui tutti i tifosi della Fiorentina, l'infortunio di Alberto Gilardino è meno grave del previsto, l'attaccante potrà tornare in campo già a novembre. La punta viola si è sottoposto oggi agli accertamenti diagnostici di rito e l'esito ha escluso la presenza di traumi distorsivi ai legamenti, eventualità che lo avrebbe costretto ad un lungo stop tenendolo ai box per la maggior parte della stagione appena iniziata.

Come si legge nel comunicato diramato dalla stessa Fiorentina attraverso il sito ufficiale: "L'ACF Fiorentina comunica che gli accertamenti diagnostici e la visita specialistica odierna all'atleta Alberto Gilardino hanno evidenziato una microfrattura al piatto tibiale associato ad una sollecitazione della capsula articolare e del legamento collaterale mediale del ginocchio. L'atleta dovrà evitare carichi di lavoro per tre settimane, pur svolgendo un programma di mantenimento del tono muscolare e del condizionamento aerobico".

La prognosi è di cinque o sei settimane prima del ritorno all'attività agonistica. Nel frattempo Mihajlovic si affiderà con buona probabilità al nuovo acquisto Santiago Silva, attaccante giunto quest'estate dagli argentini del Velez Sarsfield. Sarà lui a guidare l'attacco gigliato in occasione dell'impegno contro il Parma, anche gli emiliani dovranno rinunciare al loro attaccante più pericoloso dal momento che Sebastian Giovinco sarà costretto a saltare l'incontro per la squalifica che gli sarà comminata dopo l'espulsione rimediata nel finale della sfida con il Chievo.

  • shares
  • Mail